cinema-in-montagna

x

Utilizza collega per associare tra loro i tuoi contenuti, per esempio:

  • una photogallery alla gita o all'itinerario
  • un evento in agenda al link del sito dell'organizzatore

Cinema in Montagna

Una serata magica sotto le stelle delle Orobie

Continuano le serate de La Buona cucina sale in Vetta, sabato 30 giugno è stata la volta del Rifugio Gherardi con l’appuntamento speciale della proiezione all’aperto.


Leggiamo il racconto della nostra reporter Margherita.
“La giornata è molto calda, si parte in macchina verso Pizzino, la località di partenza per raggiungere il Rifugio Gherardi dove si terrà la terza serata de La Buona cucina sale in vetta con l’evento speciale della proiezione del Cinema in montagna. Qui si incontrano altri amici tutti pronti per la salita.
La camminata è piacevole nonostante le alte temperature, il paesaggio meravigliosamente colorato, grandi prati verdi ricoperti da fiori ci circondano sotto un cielo turchese... incontriamo anche delle mucche al pascolo e gente che scende.
La camminata non è lunga, non ancora stanchi vediamo il rifugio e raggiungerlo è un attimo.
Arrivati, ci si cambia e si beve, si conoscono i rifugisti che sono tutti volontari dell’associazione Mato Grosso e si iniziano i preparativi per la serata.
Si montano le bandiere e si assistono i ragazzi di Laboratorio80 nella preparazione dello schermo, del proiettore e del mixer.
Sembra proprio la preparazione ad una festa!
Il pomeriggio continua alla scoperta dei dintorni del rifugio, in gruppo si sale fino al passo Baciamorti e alla Madonna del C.E.A., un sentiero impegnativo ma adatto a tutti. Incontriamo una famiglia, una vipera e moltissimi botton d'oro e arrivati scriviamo una filastrocca in rima sul quadernetto custodito in una cassetta dietro alla statua della Madonnina, chiedendole anche un piccolo favore... (la nostra richiesta risulterà però troppo pagana e non viene soddisfatta: l'Italia perde il giorno dopo con la Spagna).
Al rientro al rifugio la cena è quasi pronta, ci sono molte persone che aspettano nel prato, l'atmosfera è bellissima, la gente è allegra e affamata pronta a degustare le specialità tipiche preparate: un aperitivo della casa accompagnato con noci grana e sottaceti, affettati misti, scarpinoc, orzotto con taleggio, capù, arrosto di vitello, patate al forno, polenta e torte caserecce.
La cena è allegra e la gente chiacchiera, è tutto molto buono e abbondante.
Arrivano le 22,00 fuori c'è buio, c'è un venticello piacevole e la proiezione finalmente può iniziare.
La notte è perfetta, ci si accomoda nel prato e subito veniamo rapiti dalle immagini che sotto le stelle sembrano magiche, avvolti dai rumori del bosco, immagini di animali che sembrano apparire realmente davanti agli occhi... una vera grande emozione difficile da descrivere ma che rende l'esperienza indimenticabile".


Vi aspettiamo per le prossime due serate di proiezione:
sabato 14 luglio al RIFUGIO ALPE CORTE
sabato 28 luglio al RIFUGIO CURO'


 


 

Commenti

sissibond78

io ero presente ed è stata una bellissima esperienza.Complimenti ai gestori del rifugio che sono anche volontari e agli organizzatori dell'evento