x

Utilizza collega per associare tra loro i tuoi contenuti, per esempio:

  • una photogallery alla gita o all'itinerario
  • un evento in agenda al link del sito dell'organizzatore

Bonatti day a Courmayeur

Inizio: martedì, 31 luglio 2012 Fine: martedì, 31 luglio 2012
Ora: 01:00 Ora: 24:00
Luoghi: Courmayeur  

BONATTI DAY A COURMAYEUR,
OMAGGIO AL “FIGLIO DEL MONTE BIANCO”

Per ricordare nel migliore dei modi Walter Bonatti, Courmayeur organizza una giornata di attività e approfondimenti culturali dedicati alla sua carriera e alla sua passione, la montagna nel giorno del secondo anniversario della cittadinanza onoraria del Monte Bianco al grande alpinista. La sera della vigilia sarà proiettato l’unico documentario autorizzato sulla figura di Bonatti, mentre la mattina del 31 luglio i giovani aspiranti alpinisti sperimenteranno il “battesimo della roccia” con le guide di Courmayeur e la Fondazione Montagna Sicura. Il Bonatti Day si chiuderà infine con uno spettacolo teatrale interamente dedicato all’alpinista, presentato quest’inverno durante la serata dedicata a Bonatti dei Piolets d’Or 2012.
Courmayeur, 16 luglio 2012_ Meno di un anno fa Courmayeur perdeva uno dei suoi amici più noti e affezionati, Walter Bonatti. Ma il legame tra la cittadina, culla dell’alpinismo, e l’uomo che maggiormente ha incarnato i valori della montagna, resta indissolubile, vivo e presente nella memoria collettiva. Scalatore eccezionale, scrittore e custode di una visione etica del rapporto con la natura, Bonatti stesso si autodefiniva “figlio del Monte Bianco”, e alcune delle sue imprese più memorabili sono legate alle pareti del massiccio più alto d’Europa. Un affetto sincero lo legava a Courmayeur, dove aveva vissuto per anni, e dove si sentiva, come lui stesso affermò più volte, a casa.
Il Bonatti Day si celebrerà il 31 luglio, secondo anniversario della consegna della cittadinanza onoraria del Monte Bianco a Walter Bonatti da parte dei sindaci Fabrizia Derriard (Courmayeur) ed Eric Fournier (Chamonix). “Walter – ha sottolineato quel giorno Fabrizia Derriard - è capace come pochi altri di essere interprete e testimone di quei valori che rappresentano lo spirito più autentico della montagna e delle genti di montagna. Per lui l’alpinismo è, è stato e deve essere prima di tutto un fatto culturale, fondato sui valori universali della dimensione umana, l’etica, la solidarietà e il rispetto per l’ambiente”. Commosso, accettando l’insolita onorificenza dalla forte carica simbolica, Bonatti ha confermato: “Posso assicurarvi che di tutti i riconoscimenti avuti nel corso della mia lunga esistenza questo che sto ricevendo è nella sua unicità quello che più mi premia e mi onora. La montagna non è conquista ma conoscenza, non regala nulla e aiuta a crescere”.

Il giorno della vigilia, il 30 luglio, al Jardin de l'Ange, è in programma la proiezione straordinaria di “Walter Bonatti, con i muscoli, con il cuore, con la testa”, il primo documentario autorizzato sulla vita del grande esploratore, già presentato recentemente al TrentoFilmfestival. Il progetto nasce nella primavera del 2011, pochi mesi prima della malattia e della scomparsa di Bonatti. I giovani registi, Fabio Pagani e Michele Imperio, coinvolgono quindi Margherita, la nipote della compagna di vita, Rossana Podestà, che diventa la voce narrante del film. Il documentario uscirà il 9 Agosto in edicola in allegato a La Gazzetta dello Sport.
A margine della proiezione ci saranno anche dei filmati extra a cura di Sandro Filippini riguardo allo storico incontro avvenuto a Courmayeur tra due giganti dell’alpinismo, Bonatti e Messner, in occasione della consegna del Piolets d’Or alla carriera all’altoatesino. “Questa è la sua montagna – dichiarò quel giorno Messner – Giustamente lui è stato il primo a prendere questo premio alla carriera, nel 2009, ed è un onore prenderlo dopo di lui”.

Il 31 luglio si entra nel vivo della manifestazione, con in scaletta due attività distinte. Per i più giovani, verrà organizzato un vero e proprio percorso di avvicinamento alla montagna, organizzato da Fondazione Montagna Sicura, in collaborazione con la Società delle Guide di Courmayeur. Seguiti dalle guide professioniste, i bambini dai 7 ai 12 anni potranno vivere l’esperienza del battesimo della roccia, sperimentando l’emozione della prima arrampicata in piena e totale sicurezza, imparando a misurarsi con i propri limiti e con la natura. L’arrampicata infatti non è solo adrenalina e divertimento, ma anche un’attività sportiva completa, ideale per affinare il senso dell’equilibrio, apprendere ad ascoltare il proprio corpo, educare alla prudenza, alla responsabilità e alla concentrazione. Crescere una nuova generazione di autentici amanti della montagna è un ottimo modo per rendere un sincero omaggio ad una figura come quella di Walter Bonatti. L’appuntamento è gratuito, ma per iscriversi occorre telefonare alla Società delle Guide di Courmayeur (0165-842064), che risponde tutti i giorni dalle ore 9.oo alle ore 12.30 e dalle ore 16.00 alle 19.00, il mercoledì dalle 17.00 alle 19.00.

Il Bonatti Day si chiuderà con uno spettacolo e reading teatrale al Jardin de l’Ange, alle 21,00. Reduce dal grande successo riscosso durante la scorsa edizione dei Piolets d’Or, “Un Modo di Essere: parole di e su Walter Bonatti”, nato da un’idea di Vinicio Stefanello, sarà portato in scena dall’attore Vasco Mirandola, accompagnato dai video di Raffaella Rivi e musicato dal vivo dalla “Piccola bottega Baltazar”. Un tale successo che si è deciso di riproporla anche al Bonatti Day. “Un omaggio alla montagna nella sua bellezza e nella sua crudeltà – ha commentato l’attore Vasco Mirandola – all’uomo che sfida continuamente i propri limiti, al desiderio di esplorare fuori e dentro di sé, alla realizzazione dei sogni coltivati con lo sguardo innocente dell'infanzia, e un appello ai lati migliori dell'uomo”. Attraverso parole, immagini, musica, silenzi, rivive lo spirito avventuroso di Bonatti, sempre associato ad un profondo rispetto verso la natura, ispirato da un sentimento di profonda comunione con ciò che lo circondava.

UFFICIO STAMPA OMNIA RELATIONS
t. + 39 051 6939166, m. + 39 3933505269, www.omniarelations.com
Responsabile ufficio stampa: Alessandra Iozzia
+ 39 333 3835185, alessandra.iozzia@omniarelations.com
Addetto stampa: Silvia Basso
+ 39 349 8689945, silvia.basso@omniarelations.com
Addetto stampa: Lorenzo Arduini
+ 39 338 9439877, lorenzo.arduini@omniarelations.com
Social media manager - Walter Manni - walter.manni@omniarelations.com