macrofoto? si, ma...

9
0
547

Commenti

maurizio crespi 9 anni, 1 mese

Oh, figlioli, hanno detto che nevicava anche a 300 metri e qui intorno Oggiono è tutto bianco, perfino poco sopra Colle Brianza, hai ragione Emanuele, sarà poco professionale, ma con giornate simili mi sento oltremodo papà... ;-D

  • Emanuele Musitelli 9 anni, 1 mese

    bene adesso ti riconosco ,la prima risposta era poco professionale ,con una giornata cosi' si puo' un po scherzare ciao e alla prossima (:-))))

  • maurizio crespi 9 anni, 1 mese

    Agnese E., non li avrai mica pagati al prezzo riportato, spero!!!!

  • maurizio crespi 9 anni, 1 mese

    Mio caro Emanuele, grazie per il gentile commento! Qualche dato: 1600 ISO, luce delle 17 dalla finestra, mano libera, stabilizzatore inserito, zoom Minolta 80/200 2,8 alla minima distanza di messa a fuoco (manuale) sfondo formato da un tappeto arrotolato contro il muro del soggiorno, il flash lo detesto (per forza, non ce l'ho! La volpe e l'uva...) e Mariam ha spento la luce perchè all'asilo le insegnano il risparmio. Colori squillanti, formidabile bokeh, modalità di ripresa standard (mega zero virgola zero qualcosa ma poca roba) grana d'effetto... ;-D

  • maurizio crespi 9 anni, 1 mese

    Se avete un dito appoggiato allo stelo ve lo schiaccia inesorabilmente. Oltretutto è piuttosto costosa e non permette la grande libertà di movimento per la quale ve la vendono. Una testa normale, Manfrotto, di quelle con quelle belle manopolone e le aste di alluminio, a smorzamento viscoso, se non completamente serrate, permettono i movimenti sui tre assi con buona velocità SENZA TOCCARE la fotocamera ma agendo appunto sulle leve formate dalle aste di serraggio coi manopoloni! Che si impugnano benissimo. La testa a sfera di solito tramite un morsetto la fisso in fondo al primo segmento di una gamba del treppiede, ci aggancio l'apparecchio e fotografo dal punto di vista di Margot quando si sdraia per terra... :-D

  • maurizio crespi 9 anni, 1 mese

    In cucina mentre faccio la polenta e mia moglie l'agnello???

  • maurizio crespi 9 anni, 1 mese

    La testa che vedete riprodotta, pressochè identica a quella che Agnese ha acquistato come testa "macro" è un'ottima testa a regolazione micrometrica sui tre assi, ma quello che interessa in realtà nella macro è quell'aggeggio che ci sta montato sopra, la "slitta di messa a fuoco" che ovviamente si monta su QUALSIASI testa (che per sopportare il tutto deve però essere ben robusta) e che sposta in avanti o in dietro l'apparecchio consentendo una messa a fuoco che altrimenti ci si può solo sognare. Il suo uso è per me assolutamente entusiasmante! L'ultima foto invece mostra un mini treppiede autocostruito, (in realtà è stato opera di mio fratello, valente tornitore e fresatore) e che consente la macro dal punto di vista di Margot, la cokerina di Renato. In un esemplare precedente le gambe erano pressochè orizzontali ma, come per le dita nella testa a sfera, capitavo sempre sopra una zolla, un sasso o altro, che impedivano l'appoggio di una o più delle gambe con evidente instabilità. E l'unico sistema alternativo alla leggenda della fotocamera sospesa rovesciando l'asta centrale del treppiede. Soprattutto se la la vostra asta è a cremagliera, come tutte quelle dei treppiedi economici. Quelli professionali ce l'hanno a scorrimento. La testa a sfera invece è una trappola per topi (le ns. dita!) perchè se è mal serrata, o quando la si sblocca, con un bel bestione di pesante tele, la fotocamera, indifferentemente ci scappa e si rovescia in avanti o all'indietro. Se avete un dito =

  • Emanuele Musitelli 9 anni, 1 mese

    BELLISSIMA gallery Maurizio ,inquadrature perfette ,sfondo sfuocato per mettere in risalto i primi piani,cura nel dettaglio ,SALA UN PO' SPOGLIA PERO' E COLORI SPENTI , manca l' itinerario e il dislivello dal 1° al 2° piano e l' orario di apertura del tuo museo ,finalmente una gallery a cui ispirarmi ,ciao e alle prossime (spero non il bagno) (:-DDDDDDD