LA TORRE DI TABIAGO

9
7
682

Commenti

M.Grazia Panzeri 6 anni, 8 mesi

Come abitante del posto ti posso assicurare Giancarlo che la torre si inserisce invece bene nel contesto paesaggistico e fa tutt'uno con la chiesa Parrocchiale, insomma vista da lontano l'insieme non stona. Per quanto ne so è da parecchio tempo che ha acquisito questo aspetto attuale. In fondo è giusto quanto dice Renato...pensa se fosse di proprietà dello stato... sarebbe solo un rudere, ciao.

  • Renato Aldo Ferri 6 anni, 8 mesi

    Ciao Giancarlo, beh, la torre è medievale ma è anche oramai privata perlomeno i proprietari la costudiscono; immagina se fosse stata in mano allo stato italiano sarebbe già crollata da parecchio tempo!! Una volta non parlavo così ero orgoglioso (e lo sono ancora) per la bellezza e la fonte di arte che abbiamo in Italia, ma ultimamente le news e i media ne raccontano di tutti i colori sul NOSTRO patrimonio culturale e noi poveri cristiani non riusciamo a fare nulla. Mea belin nun ghe semu!! Ciao Renato

  • giancarlo bertagnolo 6 anni, 8 mesi

    La gallery in sé é interessante, però vedere conciata così una torre medievale.... Naturalmente questo è il parere di una persona, che sarei poi io, dalle capacità di critica architettonica altamente discutibili, vedasi il fatto che sono tra i pochi detrattori del " Museo tra le nuvole " del monte Rite. Tu cosa ne dici?

  • Renato Aldo Ferri 6 anni, 8 mesi

    Ciao Agnese Ti ringrazio!

  • agnese econimo 6 anni, 9 mesi

    bravo a presentare sempre luoghi interessanti per me che amo scoprire sempre posti nuovi, ciao.

  • Renato Aldo Ferri 6 anni, 9 mesi

    Grazie M.Grazia non avevo dubbi che saresti intervenuta. Ciao Renato

  • M.Grazia Panzeri 6 anni, 9 mesi

    Eh no, arrivo anch'io a farti i complimenti come documentarista storico, belle le foto del panorama di Tabiago e belle anche quelle del tramonto, ciao.

  • Renato Aldo Ferri 6 anni, 9 mesi

    Ciao e grazie Piera, mi suonava strano che nessuno manifestasse un commento sulla storia di questa torre e dei bei panorami briantei! Alle prossime, saluti, Renato