L'AUTUNNO DI SAN GLISENTE...

2
1
1279
                           

Numerose sono le leggende accostate ad una figura mitica come quella di San Glisente. (visitate il bel sito www.amicidisanglisente.it)

Su un "morbido" poggio erboso a quasi 2000 metri, una chiesetta dedicata al Santo, con annesso bivacco, domina la media Val Camonica, le Alpi Orobie, i lontani Appennini, l'Adamello, le Retiche e perfino il Monviso e il Rosa...

Tutto parla di San Glisente...La "Colma", elevazione a quota 2160 metri, consente di scorgere anche la parte settentrionale del Lago d'Iseo!

Sotto la chiesa un'antica cripta parla di eremitaggi di secoli fa. Testimonianze che molto probabilmente non trovano riscontri ufficiali né certezze, ma che regalano curiosità e voglio di riscoprire valori ormai in disuso. Come la ricerca di qualche momento di sana solitudine e di contatto con una natura che sa essere sicuramente dura, ma mai cattiva...

L'inizio d'autunno è la stagione perfetta per immedesimarsi almeno un poco nello spirito degli eremiti di un tempo...


La lunga escursione (1900 metri di dislivello in salito per circa 9 ore di cammino soste escluse) è stata effettuata sabato 7 ottobre 2017.

Partendo da Esine (275 metri), si percorre una mulattiera (imboccare via Fiamme Verdi  e seguire questa per mezzo km circa, diventerà poi questa mulattiera percorribile da fuoristrada) un po' monotona e molto ripida fino al bivio dove c’è il Crocifisso (m 750), se si prosegue dritti in salita si va verso Budech e Pianazzo, si prende invece a sinistra in piano seguendo le indicazioni per Bivacco San Glisente. Si passa per le località Paramosca (m 937), Salvagnone (m 1074), malga Lazzaretto (m 1374) e infine malga Foppole (m 1711). Da qui si prosegue  con sentiero che sale sul pascolo ripido fino al bivacco. (1650 metri circa di dislivello per 3 ore e mezza di dura salita soste escluse).

Per raggiungere la Colma di San Glisente risalire il pendio che porta verso la sommità di un'elevazione tondeggiante posta a destra avendo le spalle all'ingresso del bivacco (direzione sud-est). In 35 minuti (segnavia per Nicchia di San Glisente) e 200 metri circa su giunge sulla Colma (ometto di sassi e indicatore di cime presenti). 20 minuti per rientrare al Bivacco.

Discesa verso Cà del Pastore (baita posta a sud e 100 metri di quota più bassa, si vede dalla staccionata posta sul lato sud del Bivacco). Si seguono indicazione per la Pozza degli Asini e per il Rifugio Budec (la radura dove sorge il rifugio ed una chiesetta va lasciata a sinistra e si deve proseguire in ripida discesa). Si giunge al bivio con crocifisso e di nuovo all'auto in 4 ore circa dal Bivacco.



Commenti

Domenico Varenna 2 anni, 9 mesi

Ringrazio questo giorno di ferie per aver avuto la possibilità di entrare nell'Orobie sito e ritrovare amici come te che non hanno mollato e pubblicano ancora gallery da vedere .... ma anche da leggere con piacere come questa ...ciao Riky , buona luce e 100 di queste escursioni .

  • lionello testa 2 anni, 9 mesi

    mi piacciono tutte, ciao lio