In Venturosa (1999 m), per insolito percorso dal versante ovest da Capo Foppa-Passo Baciamorti il 19 sett. 2018

0
1
3097

Il Monte Venturosa normalmente e abbastanza facilmente viene salito dal sent. 136, partendo dalla località Buffalora (1100 m circa) fino al Passo di Grialeggio (1690 m) e poi seguendo il sentiero di salita sul versante sud fino in vetta; oppure, in concatenamento , salendo prima l’antistante Monte Cancervo (1830 m) e poi , giunti al Passo di Grialeggio (1690 m), il Venturosa.

Un’altra alternativa di salita, più lunga e più impegnativa, insolito itinerario , poco conosciuto e poco frequentato, è quella che affronta la salita in Venturosa dal versante ovest, quello rivolto verso la Val Taleggio, partendo da Capo Foppa (1331 m) in Val Taleggio (sent. 153) e salendo dal Passo Baciamorti (1541 m) sul sent. 102 e varianti a vista e a scelta.

PERCORSO

SALITA:

Capo Foppa (1331 m)> sul sent. 153 – Baita Baciamorti (1453 m) –Passo Baciamorti (1541 m) > Sul sent. 102 – Versante ovest Venturosa-Baita con stalla in quota pascoli > A vista per ripidi pascoli e facili roccette- Monte Venturosa (1999 m)

DISCESA:

Sent. Venturosa > Sul Sent. 102-‘Baita Caduta’-Baita con stalla-Versante ovest-Passo Baciamorti – > Sul sent. 153-Passo-Baita Baciamorti- Capo Foppa

Difficoltà: per E fino al Passo Baciamorti , mentre il sent. 102 e la salita a vista in Venturosa sono per EE specie in alcuni passaggi.

Dislivello: positivo 842 m, negativo -828.

Distanza: Km. 13

Tempi: complessive sei ore abbondanti; salita tre ore e mezza; discesa poco meno di tre ore.

I tempi segnalati sui cartelli CAI sono ridotti al minimo, non so chi ci sta dentro!

Acqua assente: rifornirsi alla partenza

Anni fa ero salito in Venturosa dal versante ovest, ma non avevo pubblicato il servizio, chissà perché e neppure rovistando nell’archivio, son riuscito a ritrovarlo, probabilmente andato disperso chissà dove!

Me ne sono accorto ed ho rimediato, rifacendo l’itinerario il 19 settembre 2018.

Salito in Val Taleggio da S. Giovanni Bianco, raggiunto Capo Foppa (1331 m), salendo la stradetta agrosilvopastorale che parte da Pizzino (tichet di €2) , imbocco il sentiero 153 per il Passo Baciamorti.

Dopo brevi tornanti in salita su strada cementata, la strada diviene sterrata e pianeggiante fino al bivio, dove prosegue a sx per il Rif. Gherardi, mentre il 153 prosegue a dx divenendo sentiero bel sentiero.

Cammino lungamente in prevalente faggeta e attraversando alcuni canaloni fino a giungere al verdeggiante pianoro pascolivo della Baita Baciamorti (1541 m), oltre la quale raggiungo l’omonimo passo (1541 m).

Imbocco a dx il sentiero 102 che , partito bene, si restringe divenendo sentierino che sale decisamente tra pini mughi ad alto fusto e affrontando poi un ripido canalone tra pareti e guglie rocciose spettacolari.

Bellissima la vista verso l’antistante Pizzo Baciamorti e la costiera del Pizzo Tre Signori , sulle cui cime si innalzano pinnacoli di bianche nuvole estive.

Attraversati poi altri due canaloni su sentierino in decisa a tratti ripida salita in alcuni punti su brevi ghiaioni calcarei, superato l’ultimo colletto, l’ambiente cambia, procedendo il sentiero su pratoni pascolivi fino a giungere ad una bella baita con annessa stalla, attrezzata con pannelli solari.

A questo punto vedo in alto la croce del Venturosa abbastanza vicina e verifico che è possibile raggiungerla in direttissima, salendo con percorso a vista.

Mentre il sent. 102 procede in falsopiano verso il Passo di Grialeggio, io, seguendo labili tracce, salendo in direzione nord-est per pratoni, superando alcuni scollinamenti, in decisa-ripida salita, superando anche alcune facili roccette, raggiungo l’ampio crestone di vetta, dove mi si presenta la croce di vetta con la bandiera tricolore sventolante nell’azzurro (1999 m).

Mi godo il bellissimo panorama intanto che il sole splende, perché poi i nuvoloni estivi si allargano fino a coprire a tratti di nebbia anche la cima del Venturosa, negandomi i panorami.

Connsumo il pranzetto al sacco e riposo un momento. Nel frattempo giunge in vetta Mary Rose, un’amica escursionista FB, salita lei dal versante sud dal Passo di Grialeggio.

Ci scattiamo alcune foto approfittando di qualche apertura soleggiata e poi Mari Rose decide di scendere con me al Passo Baciamorti e a Capo Foppa, da dove io la riporterò a riprendere la sua auto parcheggiata a Buffalora sopra la Pianca.

Scendiamo dal versante sud fino in vista della Baita del Giacom per poi girare a dx ed abbassarci per agganciare ben presto il sent. 102.

Passiamo quindi dalla ‘Baita Caduta’ e dalla successiva Baita con stalla, quella da dove io ero salito in vetta la mattina. Ci accolgono qui simpatici e socievoli asinelli.

Scendiamo quindi il sent. 102 con attenzione tra nebbie vaganti per buon tratto mentre il cielo si apre quando raggiungiamo ormai il Passo Baciamorti.

Dal Passo, preso il sent. 153, passando dalla Baita Baciamorti, verso il tramonto raggiungiamo Capo Foppa.