Da Valcanale al Rifugio Capanna 2000

0
0
2281

Mete raggiunte:

 - Rifugio Alpe Corte

-  Rifugio Branchino

-  Lago Branchino

-  Passo Branchino

-  Corna Piana

-  Sentiero dei Fiori

-  Rifugio Capanna 2000


Da Valcanale, parcheggiato la macchina alla fine della strada, si imbocca la mulattiera indicata con segnavia CAI n. 220 e si raggiunge facilmente il Rifugio Alpe Corte in un'ora circa, attraversando belle radure e tratti di bosco. Il rif. è posto in una bellissima conca di fronte alle belle pareti nord del Pizzo Arera, in un ambiente che ricorda le valli dolomitiche. 


Dal rifugio Alpe Corte (1415 m) si prosegue per pochi minuti fino ad attraversare il torrente e salire sul versante opposto della valle. Dopo un breve tratto si incrocia e si segue la strada forestale che conduce al bivio con il sentiero 266, alle baite di Neel bassa (1565 m) e di mezzo (1614 m). Si prosegue salendo lungo i pascoli dell'alpe di Neel (seguendo il sentiero CAI 218) fino al rifugio Branchino e al lago Branchino (1784 m). Poco oltre il lago si è al Passo Branchino (1821 m) e, da esso, si punta in direzione sud verso un ghiaione innevato  che si sale fino a una bocchetta (Bocchetta di Corna Piana - 2078 m) che si affaccia sul versante del Mandrone. Si scende per un breve tratto e si prosegue fino a svoltare a sinistra verso il Passo di Corna Piana (2130 m). Raggiunto il Passo di Corna Piana si scende, si scende seguendo le indicazioni del sentiero CAI 218 conosciuto anche come Sentiero dei Fiori. Il percorso presenta continui saliscendi e si continua a mezzacosta regalando ampi panorami mozzafiato. Dopo circa un'oretta si è giunti al Rifugio Capanna 2000! 


Dal rifugio, oltre ad assistere un panorama fantastico, il personale è pronto ad accogliere chiunque con piatti tipici della zona!

Per tornare indietro si può decidere se rifare il percorso precedente (CAI 218) oppure prendere il sentiero CAI 222:

Dal rifugio si percorre in discesa un breve tratto del sentiero 221 fino al cartello indicatore (Rif. Branchino). Ci si dirige poi in direzione nord (destra), si attraversa un vallone (val d'Arera) e si continua a mezzacosta, puntando verso la testata della val Vedra. Il percorso presenta continui saliscendi e conduce infine in campo più aperto e, attraverso pascoli, alla Baita Branchino (1836 m - incrocio con sentiero 231 che sale da Zorzone). Dopo una breve discesa e una breve risalita si arriva al passo Branchino (1821 m).

Dal Passo Branchino si percorre lo stesso sentiero di prima, CAI 218 fino ad arrivare a Valcanale. 


Questo itinerario è piuttosto lungo ma nello stesso tempo regala paesaggi mozzafiato! L'arera è sempre in primo piano in tutti i punti: da Valcanale fino a Capanna 2000 con prospettive diverse. 


E' obbligatorio l'uso dei ramponi specialmente da Valcanale fino al rifugio Alpe corte e dal lago Branchino fino a Corna Piana. Essendo dei tratti in ombra, il ghiaccio è spesso e molto scivoloso. 



Percorso girato con degli amici; partenza da Valcanale ore 05.50 Arrivo a Capanna 2000 ore 11:47

Arrivo a Valcanale ore 17:00 circa, provati ma soddisfatti. 


Fonte:

- Geo Portale CAI Bergamo

- Valbrembana Web

- Orobie & Orobie Active

- Esperienza Personale

- Suggerimenti/consigli amici.