Altro giro altro regalo Orobico

0
0
588

Sabato 27 Aprile 2019 – M.te Chierico-Corno Stella-C.ma Valcervia

Dopo la mega gita di settimana scorsa il morale è altissimo ed anche per oggi vogliamo puntare in alto. Purtroppo però il maltempo di venerdì rischia di scombussolarci i piani, ma lo scopriremo solo provandoci! Così eccoci a Foppolo a primo chiaro del giorno e ci dirigiamo spediti verso il Passo della Croce ammirando le montagne ancora più bianche per la spolverata di ieri sera. Raggiunto il Passo cerchiamo la via migliore per salire alla prima meta di oggi, il Chierico, e puntiamo alla cresta Ovest transitando dalla Conca Nevosa. Le prime avvisaglie di vento si fanno sentire, ma procediamo spediti fino alla dorsale dove la musica cambia. Forti e fredde raffiche ci sferzano ed accumulano la neve in poco simpatici lastroni. Seguiamo la cresta dove la neve è stata in gran parte spazzata e raggiungiamo la vetta dove però abbiamo la conferma che la gita programmata non sa da fa… troppo il rischio della neve instabile sulla pala nord-est e troppa accumulata nei canaloni delle vette che avevano in mente per oggi. Dopo una breve pausa decidiamo di scendere dal versante nord che, con pendii meno ripidi e neve a dir poco spettacolare ci riporta, con qualche numero per trovare la via) alla conca nevosa. Da qui di nuovo al Passo della Croce e poi di nuovo su fino al Lago Moro. Giornata ottima e timing perfetto ci permettono di salire al Corno Stella la cui cresta è già perfettamente tracciata da altri alpinisti. Meraviglioso il panorama e suggestiva la cresta, ma anche la discesa diretta al Logo Moro su neve commovente non è da meno! Le nuvole giunte mantengono la neve in condizioni ottime e così decidiamo di salire anche alla Cima di Valcervia che, in breve raggiungiamo. Non riusciamo purtroppo a rientrare dai Laghi delle Foppe per la neve instabile accumulata nei canaloni, e così rientriamo al Lago Moro e poi giù dalla piste ormai chiuse, ma ancora n ottima forma fino alle macchine ed alla meritata birretta dallo Yuri! Con il giusto spirito ed il giusto “occhio” abbiamo chiuso una gita di ripiego che, di ripiego, ha davvero ben poco! Il parco giochi delle Orobie è ancora aperto ed in splendida forma… avanti!