Santuario e Convento di Santa Maria Nascente-

0
1
308

Il convento di Santa Maria Nascente in Sabbioncello è un edificio religioso in stile cinquecentesco, situato nella località Sabbioncello del comune di Merate, in provincia di Lecco. Appartiene alla diocesi di Milano e la gestione è affidata all'ordine dei frati minori francescani.

Si hanno notizie di una piccola chiesa in località Sabbioncello, a partire dall'inizio del XV secolo. La prima costruzione comprendeva solamente lo spazio fino all'attuale presbiterio. L'edificio attuale, in stile tardo-gotico, è sorto in sostituzione del precedente.

I lavori di costruzione della nuova chiesa iniziarono nel 1508. Gli affreschi ex voto che decorano la parete destra della navata, risalgono alla prima metà del XVI secolo. Nel 1540 vennero costruite quattro cappelle laterali nella parte sud della navata. Nel 1553 fu costruito il campanile.

Nel corso dei decenni successivi, si susseguirono vari lavori di ampliamento e ristrutturazione, in seguito al passaggio del convento all'ordine francescano dei riformati. I frati decisero di operare un radicale completamento e restauro della chiesa, che assunse l'aspetto attuale. In particolare vennero costruiti il nuovo presbiterio, il chiostro grande e, verso la fine del XVII secolo, vennero create la piazza antistante la chiesa e la salita con le cappelle per la Via Crucis.

A seguito dell'invasione francese della Lombardia, l'11 maggio 1807 fu promulgato il decreto imperiale che sopprimeva gli ordini religiosi, ed il convento di Sabbioncello cessò di esistere, passando a proprietà privata.

Successivamente alla caduta di Napoleone, i frati rientrarono in possesso del convento, che venne riaperto nel 1882.

Dal 1982 il convento svolge la funzione di sede di infermeria provinciale dei francescani di Lombardia.

All'interno della chiesa si trova custodito, come reliquia, il saio appartenuto a san Giovanni da Capestrano.