Soul Silk in Uzbekistan dopo oltre 7.000 chilometri

0
0
342

Dietro i loro pesanti carretti Giacomo Meneghello e Yanez Borella hanno lasciato anche splendide madrase di Samarcanda, illuminate nella notte. Il progetto Soul Silk ha già macinato oltre 7.000 chilometri e prosegue il viaggio in e-bike lungo la Via della Seta, verso la Cina.

Giacomo e Yanez sono in Uzbekistan: prima di Samarcanda hanno fatto tappa a Bukhara e prima ancorasi sono addentrati per circa 1.000 chilometri nel deserto, sperimentando alcuni dei momenti più duri fino ad ora; e percorso tratti stradali molto pericolosi. "Queste strade spesso costellate da buche giganti - hanno scritto i due italiani sulla pagina Facebook di Soul Silk -  dove quasi sembra che a separare vita e morte possa essere tristemente solo la fortuna".

Alle spalle Meneghello e Borella hanno lasciato inoltre il Kazakistan, il Mar Caspio, il vulcano di terra Azero, la moderna città di Baku; skyline e paesaggi contrastanti si susseguono lungo la Via della Seta e ora si torna in montagna. In ogni Paese, i due stanno scalando la cima più alta e ci sono ancora tante salite e tanta strada da fare!

Puoi seguirli in tempo reale cliccando qui