Laghi di Cardeto

0
3
1636

Disteso nei prati a poche decine di metri dalla baita Cardeto “Flavio Rodigari”, osservo, stanco ma soddisfatto, quest’ampia conca alpina che, al cospetto della piramide del monte Madonnino, abbraccia gelosa i tre laghi alpini che punteggiano quest’angolo di paradiso orobico.

Volgendo lo sguardo tutt’attorno, punto il dito indice disegnando nell’aria il bucolico anello appena compiuto: rivedo il lago basso, quello di mezzo e quello alto lasciato alle spalle poco prima mentre, sul quello stesso disegno immaginario, si accavallano i tanti sentieri percorsi che questo panoramico prato alpino mi consente di ricordare: il sentiero che passa alto sulla Costa d’Agnone oppure quello proveniente dal passo Portula e, più in lontananza, il sentiero verso il Pizzo Recastello ed il Pizzo Tre Confini, verso il monte Secco seriano e verso le tantissime altre vette orobiche sinora raggiunte.