"Montagne di Lombardia", in vendita il calendario di Ande

0
2
473

Il calendario di Ande è ora in vendita. E' stato creato con le foto scelte attraverso il concorso "Montagne di Lombardia-Magnifica visione". Oltre 400 partecipanti con più di 1000 scatti: l'iniziativa è riuscita nello scopo che l'azienda di abbigliamento sportivo si era proposta durante il primo lockdown, di accendere i riflettori sulle bellezze della nostra regione, in questo periodo particolarmente difficile.

Il calendario, il cui ricavato andrà alla Croce Rossa Italiana - Comitato di Valmadrera, è disponibile in tutti gli Ande Point e presso i rivenditori autorizzati

 Vi avevamo già proposto gli scatti vincitori, che compaiono nei primi sei mesi del 2021; ecco ora gli altri sei.

Per il mese di luglio è stata selezionata la fotografia "Fior di botton  d'oro" del bergamasco Alex Pellegrini. La foto è stata realizzata sulla  Corna Bianca in Val Cadino. Questo il racconto dell'autore: "È il 5 di luglio, davanti a me c’è una bella giornata di sole e nei giorni precedenti ero alla ricerca di un nuovo sentiero, un luogo nuovo che non avevo ancora esplorato e la scelta cade sul sentiero che porta dalla malga Gaver fino al rifugio Tita Secchi. A farmi compagnia in questa avventura c’è mio papà, si parte nel pomeriggio, zaino fotografico in spalle e per sicurezza mi prendo l’attrezzatura per dormire, tenda e sacco a pelo. Arrivati alla Malga Gaver parcheggiamo e ci incamminiamo alla volta del lago della Vacca, durante il percorso ci imbattiamo nella maestosa Corna bianca, è fantastica , tutto intorno è ricoperto da candida sabbia bianca che ricorda un po' quella del mare . Proseguiamo, arriviamo al lago della Vacca e troviamo ristoro presso il rifugio Tita Secchi. E’ tardi, si fa buio e il rifugio è completamente prenotato e non possiamo dormire lì quindi decidiamo di scendere al chiaro di luna fino alla Corna Bianca, sul sentiero ci siamo soffermati più volta per scattare qualche foto alla luna piena, è fantastica ma siamo esausti e decidiamo di montare la tenda proprio in prossimità della Corna Bianca, sperando di trovare ottime condizioni per l’alba del giorno dopo. Alle prime luci siamo svegli e lo spettacolo è incredibile, li scatto la foto "Fior di botton d’oro". Ci godiamo il panorama intorno a noi, una sensazione magica, le luci che pian piano accarezzano le creste. Vivere la montagna è un’esperienza che ti riempie il cuore e ti fa capire quanto è fantastico il mondo in cui viviamo.!

Ad agosto il calendario propone "The darkside of Grignetta", scattata al rifugio Brioschi, da Luca Granfors, della provincia di Lecco.  "Dopo una lunga salita con zaini pieni di biscotti, abbiamo subito il vento della notte - spiega Luca - La mattina abbiamo bramato il sole, in modo da finalmente riprendere sensibilità alle gambe e scaldarci. La nostra mattina in cima al Grignone è stata particolarmente ricca di personaggi che da una parte ci han fatto vergognare del tempo spropositato che ci abbiamo messo a salire, dall’altra ultrasessantenni in pensione ci han piegato dal ridere per la loro sfrontata allegria e spensieratezza. (Anche a loro non abbiam confessato le nostre ore di salita). Finalmente il sole è sbucato da dietro il Disgrazia e ha cominciato ad illuminare il versante est della cresta che unisce le due Grigne e, soprattutto, noi disperati che non ci eravamo attrezzati minimamente per il freddo a giugno. Eravamo in tre in piedi da prima dell’alba per scattare, mentre uno solo, che resterà anonimo, non ha avuto il coraggio di alzarsi troppo presto. Esperienza incredibile, consigliata a tutti, magari con qualche strato in più."

L'immagine selezionata per il mese di settembre è del lecchese Marco Sassone e si intitola "Passeggiare nel Parco del Valentino". Questa la spiegazione dell'autore: "Il bosco per me è un posto quasi magico; sul sentiero che conduce al belvedere nel Parco del Valentino ai Piani Resinelli sono stato attratto dalla magia dei colori autunnali, dal senso di pace che regna e ti infonde benessere, in grado di farci ritrovare la serenità perduta, all’ombra dei grandi faggi e tra le creature che lo popolano."

A ottobre ha vinto lo scatto di Silvio Amici, di Lecco, che ritrae il lago Pirola in alta Valmalenco " in un pomeriggio solitario di fine ottobre. Lontano all'orizzonte, si distinguono la Cima di Rosso e la Cima di Vazzeda."

A novembre la neve torna protagonista con la fotografia dedicata al lago Azzurro di Madesimo da Fausto Nonini, della provincia di Sondrio. Così scrive Fausto: "Ho effettuato lo scatto in una giornata d’autunno, precocemente imbiancata dalla neve. Lo scenario alpino, complice il periodo di transizione tra estate e autunno estende la percezione del luogo regalando colori e riflessi unici. Ho scelto di riprendere il piccolo lago alpino dall’alto, una prospettiva poco usuale per la nostra percezione ma che mostra quanto, cambiando punto di vista, sia possibile comprendere al meglio ciò che ci circonda, in senso stretto, la natura e i fenomeni che l’hanno resa tale."

Infine il comasco Filippo Molteni firma l'ultima foto del calendario, quella di dicembre. Lo scatto si intitola "Contrasti" ed è stata realizzata sulla Grigna settentrionale. "La fotografia è stata scattata nel tardo pomeriggio in vetta alla Grigna settentrionale ammirando verso Sud la sorella minore, a rappresentare quasi un ossimoro; un senso di calore emanato dalle nuvole irradiate dagli ultimi tepori della giornata unito alle singolari creste himalayane innevate della Grignetta, un simbolo per Lecco ed i Lecchesi."

Scopri tutti gli scatti su: https://bit.ly/2VCeBF9 Per maggiori informazioni e per trovare il rivenditore più vicino scrivi a [email protected]