Alla croce del Monte Castello da Valpiana-26febb22

0
0
724

MONTE CASTELLO (croce 1425 – cima 1474 m) da Valpiana di Serina il 26 febbraio 2022

Escursione consigliata per mezza giornata

Percorso:

Salita: Valpiana di Serina (1013 m) – visita al roccolo > Sentiero partendo da Via Castello > Croce del Monte Castello (1425 m) > Cima (1474 m) per esperti

Discesa: percorso inverso alla salita

Difficoltà: E (escursionistico) con attenzione in presenza di neve (ramponcini-ramponi nello zaino)

Dislivello: 412 m

Distanza: km. 4 (comprensiva della visita al roccolo di Valpiana)

Tempi: tre ore circa (comprensive della visita al roccolo di Valpiana)

Sabato 26 febbraio 2022, io e Katiuscia con la sua montagnina a quattro zampe Nina,, che salgono in Castello per la prima volta, raggiungiamo , nel primo pomeriggio, percorrendo la Provinciale di Val Brembana, fino ad Ambria di Zogno e poi quella di Val Serina, Valpiana, frazione di Serina.

Prima dell’escursione vera e propria saliamo in auto al roccolo soprastante l’abitato di Valpiana per godere di una visione panoramica sul paesello e verso il Monte Castello e i monti circostanti della conca di Oltre il Colle.

Il cielo è sereno e spira vento freddo da NNE che mantiene ottima visibilità per godere al meglio di bei panorami.

Ci abbassiamo poi in Via Castello, situata all’inizio del paese (a circa 200 m prima della Chiesa di Valpiana salendo da Bergamo).

Parcheggiata facilmente l’auto e percorsi pochi passi, imbocchiamo, in via Monte Castello, sulla sinistra, il sentiero per il Monte Castello, ora ben segnalato..

Divertente la salita che non molla mia, alternando tratti nel bosco a brevi piccole radure panoramiche soprattutto a sud, sulla Val Serina e il Monte Gioco, ma anche verso l’Alben e i monti della conca di Oltre il Colle, il Menna, l’Arera e il Grem .

Raggiungiamo, salendo l’ultimo tratto di ripida salita, l’anticima (a circa 1425 m), sormontata da una bella croce, posta sullo sperone roccioso prospiciente e dominante il paesello di Valpiana.

Una targa posta sulla croce recita: “ A Cristo Redentore Valpiana pose a sua protezione il 24 luglio 1983”.

Alla croce spira vento gelido da nord est con raffiche sostenute che ci consiglia di ripararci dietro il dosso sottovento dell’anticima da dove ci godiamo il panorama a nord sulla conca di Oltre il Colle e sulle cime del M.A.G.A. (Menna,Arera, Grem,Alben) e a sud sulla Val Serina, verso il Monte Gioco e i monti della media Val Brembana.

Il cielo terso per vento freddo che spira da nord est ci permette di scattare foto panoramiche., anche se ci infreddolisce per bene e ci costringe, durante le raffiche sostenute, a ripararci in zona sottovento.

Mi trattengo per un po’ sul pianoro alla croce di vetta in relax.

Poi, quando inizia l’imbrunire, scendiamo ammirando il panorama soprattutto verso l’Alben e sulla Val Serina e le sue montagne.

Possiamo anche godere lo spettacolo di luci e colori di un bel tramonto del sole che si abbassa all’orizzonte dietro il Monte Sornadello.

Rientriamo al punto di partenza a tramonto concluso, contenti della bella escursione che ci ha fatto godere bei panorami grazia anche al vento sostenuto specie in vetta che ha mantenuto il cielo terso con ottima visibilità.

(Dalla Croce del Monte Castello è possibile proseguire, dopo aver raggiunto la Cima del Monte Castello (1474 m) , fino al Monte Vaccareggio, su traccia per Escursionisti Esperti, lungo una poco frequentata cresta che presenta passaggi esposti e non banali, anche se privi di particolari difficoltà tecniche, ma comunque da non sottovalutare. La crestina è caratterizzata da terreno erboso, alternato a tratti tra cespugli ed alberelli, brevi saltini rocciosi e ripidi valloni; a destra della cresta si apre un quasi verticale baratro boscoso che scende fin sul fondo della selvaggia Val Parina.)