Sui sentieri dal Passo di Crosnello spettacolo del Giglio martagone - 16giu22

0
0
281

Sui sentieri dal Passo di Crosnello lo spettacolo della straordinaria fioritura del Lilium martagon (Giglio martagone) – 16 giugno 2022

Percorso:

Catremerio (998 m) > Crosnello (1094 m) < Passo di Crosnello (1113 m) > Sent. 506 fino alla radura prativa con baita ed asinelli > Rientro al Passo di Crosnello > Sentiero dei 4 roccoli (Ol Rocol de la Tribulina, Ol Ruculì, Ol Ruculù, Ol Rocol di Spadì) > Sent. 595 > Catremerio

Difficoltà: escursionistica

Dislivello: 290 m

Distanza: km. 4,94

Tempi: meno di 3 ore

Fattibile in mezza giornata

Traggo spunto dalle foro pubblicate dall’amico Mauro Entradi sulla splendida fioritura del Giglio martagone sui sentieri dei nostri amati monti sopra casa, per decidere all’istante di andare a godermi lo spettacolo annunciato .

Raggiunto, partendo da Zogno (Valle Brembana-BG), Catremerio (988 m), lascio l’auto in uno slargo sopra la chiesa. Imboccato il sent. 595, lo salgo per breve tratto per deviare, al primo bivio, sul sentiero di destra (non segnalato) che mi porta a raggiungere in poco tempo la contrada di Crosnello (Crösnel), a 1094 m., di rara bellezza paesaggistica e di notevole interesse storico-architettonico che sorge su un piccolo costone roccioso, circondata da pascoli, costituita da poche case e stalle in pietra, che risalgono al ’500, abitata solo da pochi contadini-mandriani dediti all’allevamento di mandrie al pascolo.

Dal Crosnello salgo al Passo di Crosnello (1113 m) dove sorge una caratteristica antica cappelletta (Tribulina). Imboccato a dx il sentiero 506 per il Monte Zucco (1.40 ore) e lo percorro per buon tratto incontrando già all’inizio fiori sparsi qua e là di Lilium martagon (Giglio martagone) che,procedendo, si susseguono man mano sempre più numerosi e belli.

Lo spettacolo continua per tutto il lungo tratto del sent. 506 fino alla bella verde radura prativa con baita dove il mandriano sta lavorando alla raccolta del fieno e i suoi sette asinelli sono al pascolo in zona d’ombra. Al riparo dal sole.

Scambiate due parole col mandriano che conosco rientro al Passo di Crosnello per poi proseguire sul Sentiero dei 4 roccoli (Ol Rocol de la Tribulina, Ol Ruculì, Ol Ruculù, Ol Rocol di Spadì).

Al termine del Sentiero dei roccoli , imboccato il sent. 595 rientro a Catremerio, contento del bel giro che mi ha regalato lo splendido spettacolo di tantissimi Lilium martagon (Giglio martagone) e di altri fiori lungo i sentieri che si dipartono dal Passo di Crosnello.

Buona visione !