Articolo

A ZIG ZAG TRA COSTA E ZUC

22 Febbraio 2013 / 12:08
0
1
187
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

A ZIG ZAG TRA COSTA E ZUC

22 Febbraio 2013/ 12:08
0
1
187
Scritto da Redazione Orobie

Una meta ideale da affrontare con le ciaspole ai piedi, senza rischi eccessivi e con il piacere di immergersi nella natura lasciando una traccia ordinata e discreta. È lo Zuc di Valbona che si raggiunge dal minuscolo paese di Morterone, in Valsassina, toccando il passo del Palio. Niente di complicato, anzi: la traversata è davvero agevole, un gioco fantastico anche per i ragazzi che con le ciaspole si sentono più che alpinisti, quasi  esploratori polari.

Da Morterone si sale verso la costa del Palio, che segna il confine tra il gruppo del Resegone e quello di Valbona-Sornadello. A destra il Resegone, di fronte, in basso, Brumano e la Valle Imagna, a sinistra la dorsale che dobbiamo seguire assecondando i suoi saliscendi. Il breve finale, seguendo queste dolci distese innevate, consente di raggiungere lo Zuc di Valbona, dove la croce metallica svetta a quota 1.546 metri. La vista è magnifica e val bene le due ore o poco più di salita da Morterone. Il ritorno, specialmente se provvisti di sci da fondo escursionistico, è una festa lungo la strada agro-silvo-pastorale che dall'alpe Costa del Palio conduce direttamente al punto di partenza.