Articolo

L'INVERNO ALL'IMPROVVISO. WEEK-END SU NEVE, GHIACCIO E AL CALDUCCIO

22 Novembre 2013 / 14:39
0
1
330
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

L'INVERNO ALL'IMPROVVISO. WEEK-END SU NEVE, GHIACCIO E AL CALDUCCIO

22 Novembre 2013/ 14:39
0
1
330
Scritto da Redazione Orobie

E' un fine settimana che improvvisamente ci parla d'inverno. Freddo e nevicate, in pochi giorni hanno cambiato il paesaggio.

Gli amanti dello sci sono accontentati. In questi giorni aprono infatti diversi impianti di risalita. A Madesimo entrano in funzioni alcuni impianti nella skiarea Valchiavenna. A Livigno è già tempo di sci di fondo. Sulla pista si stanno già allendando le Squadre Nazionali del Nord Europa. Il resto del comprensorio sarà aperto dal 30 novembre. Anche Foppolo, in Valle Brembana, è praticabile il campo scuola, mentre la stazione darà il via ufficiale alle attività invernali fra una settimana.
Fuori dalla Lombardia, la stagione bianca ha già preso il via a Breuil Cervinia Valturnenche e si inaugurano quelle della Paganella e del Corvatch.


L'atmosfera invernale e già natalizia invade anche le città: a Bergamo sabato festa per l'inaugurazione l'ormai tradizionale pista di pattinaggio di Piazza della Libertà. E si pattina anche a Sarnico in piazza Besenzoni. Presto seguiranno l'esempio altre città lombarde come Milano e Como.

Una gita fuori regione, in provincia di Verbania, sul lago Maggiore, per andare a visitare la "vera" Grotta di Natale, nel cuore della montagna, a Ornavasso. Questo è il primo week end d'apertura. Un'area di 20 mila con ambientazioni e lavorazioni tradizionali, spettacoli ed eventi. In funzione per l'occasione cinque "Trenini Renna Express". A Clusone, in Valle Seriana, apre invece la casa di Babbo Natale, allestita dalla Fattoria didattica Ariete. Elfi, animali e la possibilità di consegnare direttamente a Babbo Natale la propria letterina.

Questo fine settimana nell’antico borgo di Nadro, frazione di Ceto, in Valle Camonica, si potrà rivivere uno spaccato di vita del primo Seicento, con la terza edizione di: «Nadro 1613. Rievocazione storica e mercatini nelle contrade». Quest’anno il tema dominante sarà la peste, e il difficile rapporto tra cattolici e protestanti a inizio Seicento. Si inscenerà la tradizione della distribuzione del sale e del pane alle famiglie Originarie secondo l’antica usanza della “dada”. Ci saranno poi i mercatini, ospitati nelle cantine del borgo. Per i bambini è previsto, nel pomeriggio di sabato, il lancio dei palloncini con le letterine per santa Lucia, mentre domenica una caccia all’oggetto per le vie del paese. E nuovo appuntamento con le visite serali alla Rocca di Soncino, dal titolo "Terra di santi e dannati: personaggi intriganti della storia di Soncino". L'appuntamento è sabato alle 21.

Una passeggiata nei boschi di Rodero, in provincia di Como. Si tratta di una camminata storico naturalistiva lungo la linea Cadorna, ritrovando le trincee della prima guerra mondiale e le mure romane; e andando alla ricerca di tartufi e porcini.

Due manifestazioni su minura delle famiglie: G! come Giocare a Fieramilanocity. Un vero e proprio paese dei balocchi: dalle tradizionali costruzioni in legno al gioco elettronico di ultima generazione, le principali aziende del settore mettono a disposizione i loro giochi per tre giorni di divertimento. La fiera è allestita fino a domenica al Padiglione 3. Gli orari d'apertura: dalle 10 alle 20. Riprendono le Domeniche in famiglia a Ponteranica (Bg) con pomeriggi dedicati ai giocattoli da costruire e agli spettacoli. Apre il nuovo ciclo - sabato alle 15.30 - Rocky Mountain.

Sono giornate ricche anche di gusto. Sabato e domenica la Rocca di Orzinuovi (Bs) ospita Salumania. 25 produttori esporranno il meglio dal mondo dei salumi: rarità ed eccellenze che potranno essere degustate con la guida di esperti. L'esposizione è aperta dalle 10 alle 20. Gran finale poi dei Week-end d'autunno a Teglio con la presentazione del menù del gusto. I ristoranti che aderiscono alla rassegna enogastronomica in abbinamento ai pizzocchero dell'accademia presentano infatti i piatti tipici autunnali valtellinesi nelle vesti più sfiziose. Abbiategrasso si trasforma, da venerdì a domenica, in Abbiategusto: una città da leccarsi i baffi. Cene a tema e laboratori con i migliori prodotti lombardi, nelle strade e nelle piazze.
A Pontevico, nel bresciano, sabato pomeriggio un incontro per conoscere tutto dei tartufi del fiume Oglio. Il convegno si tiene alle 17 nella sala civica di piazza Garibaldi.