Articolo

IL GRANDE ABBRACCIO DI LECCO

21 Marzo 2014 / 00:00
0
0
291
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

IL GRANDE ABBRACCIO DI LECCO

21 Marzo 2014/ 00:00
0
0
291
Scritto da Redazione Orobie

Un grande e struggente abbraccio. Così Lecco ha salutato Marco Anghileri. Come era inevitabile che fosse di fronte a una scomparsa tanto tragica e a un personggio tanto amato. Oltre due mila persone giovedì hanno gremito la basilica di San Nicolò, sagrato compreso per dare l'addio al Butch, rimasto vittima di un incidente durante l'ascensione in solitaria al pilastro centrale del Freney. C'erano tutti: dalle autorità ai tanti alpinisti a chi, pur non condividendo la passione per la montagna, aveva trovato in Marco un amico. La cerimonia è stata presieduta da Franco Cecchin e da don Agostino Butturini, sacerdote legato a doppio filo al mondo verticale come fondatore del gruppo dei Condor: «Io non conoscevo Marco - ha detto monsignor Cecchin -. Non mi vergogno di aver pianto all'inizio della cerimonia. Sono lecchese da sette anni e ho perso uno della mia famiglia. Ho letto i suoi ultimi sms mandati alla famiglia: sono nel posto più bello del mondo. Ti voglio credere Marco».