Articolo

BRACCONIERI SENZA PIETA. UCCIDONO I CERVI E VENDONO LE CORNA SUL MERCATO NERO

25 Febbraio 2015 / 12:10
0
1
346
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

BRACCONIERI SENZA PIETA. UCCIDONO I CERVI E VENDONO LE CORNA SUL MERCATO NERO

25 Febbraio 2015/ 12:10
0
1
346
Scritto da Redazione Orobie

Presso l'Alta Valle d'Intelvi, fa capolino una forma di bracconaggio atipica e crudele che vede coinvolti i cervi del territorio. A oggi, sono due i cervi che sono stati trovati abbattuti e decapitati nei boschi di Alta Valle d'Intelvi. Dopo essere stai uccisi illegalmente, i cervi sono stati abbandonati ai margini della radura boschiva.

LE CORNA VENGONO VENDUTE SUL MERCATO NERO

Non si tratta di bracconieri qualunque, ma delinquenti che uccidono solo per fini economici, il loro scopo, infatti, è quello di appropiarsi del palco di corna da vendere poi sul mercato nero. Un vero e proprio traffico illegale, dato anche dall'aumento di selvaggina in tutta la Valle d'Intelvi negli ultimi dieci anni. I controlli da parte degli agenti del nucleo faunistico venatorio sono serrati 24 su 24. Le forze dell'ordine chiedono a tutti i cittadini e non solo di segnalare, anche in forma anonima, ogni minimo movimento sospetto tra i boschi e ai margini della radura. Questa crudele caccia illegale, che provoca gravi danni a fauna selvatica e ambiente, deve essere assolutamente fermata.