Articolo

METRI DI NEVE AL BASE SIMONE MORO SPALA IN ATTESA DI SALIRE

02 Marzo 2015 / 14:30
0
0
236
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

METRI DI NEVE AL BASE SIMONE MORO SPALA IN ATTESA DI SALIRE

02 Marzo 2015/ 14:30
0
0
236
Scritto da Redazione Orobie

Neve, neve e ancora neve. Dopo qualche giorno di sole, quella al Manaslu torna a essere una spedizione invernale a tutti gli effetti. Da venerdì Simone Moro e Tamara Lunger sono al campo base bloccati proprio dalle abbondanti precipitazioni. «L'obiettivo del giorno? Riportare le nostre tende alla luce» dice Simone Moro nel video postato oggi su Facebook. «Siamo dei campioni della pala» scherzava invece in quello postato domenica. Stiamo infatti parlando di parecchie decine di centimetri di neve che devono essere rimosse quotidianamente proprio per evitare che le tende vengano sommerse.

Nessuna previsione per il tentativo alla vetta

Al momento i due alpinisti non azzardano alcuna previsione sulla possibilità di salire ai campi alti. Certo è che, considerati i tempi molto stretti, non sarà facile centrare l'obiettivo. Anche quando smetterà di nevicare, bisognerà infatti attendere che il rischio di valanghe rientri entro limiti accettabili.  

E intanto al Nanga Parbat anche Daniele Nardi costretto al dietrofront

Nel frattempo, anche l'altra spedizione invernale al Nanga Parbat (Karakorum) quella a cui partecipa anche l'italiano Daniele Nardi, segna il passo. È terminato poco sopra campo 1 il tentativo di vetta cominciato nel weekend: la neve e l'altissimo pericolo valanghe hanno convinto gli alpinisti a rientrare al base in attesa di condizioni migliori. Alex Txikon, Ali Sadpara, Muhammad Kan, Mahmood Hashemi, Iraj Maani, Reza Bahadorani e Daniele Nardi erano partiti domenica con l’intenzione di raggiungere la cima dalla via Kinshofer tra martedì e mercoledì. Se ne riparlerà nei prossimi giorni.