Articolo

Novità dagli Ottomila

22 Maggio 2017 / 06:39
0
0
972
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

Novità dagli Ottomila

22 Maggio 2017/ 06:39
0
0
972
Scritto da Redazione Orobie

Marco Confortola e Mario Casanova sono arrivati in vetta al Dhaulagiri. Per Confortola è il decimo Ottomila mentre il compagno di cordata - gestore del rifugio Vioz - è stata la prima avventura sulle montagne più alte della Terra.

I due sono partiti di notte da campo 3, a 7.400 metri, e hanno raggiunto gli 8.167 metri della cima sabato 20 maggio alle 15. Un successo arrivato dopo una lunga attesa a causa delle condizioni meteo: i due alpinisti hanno dovuto aspettare un mese per tentare la vetta; tra nevicate e vento forte.

E potrebbe essere stato il tempo instabile a influire sulle decisioni di Simone Moro e Tamara Lunger, che ieri erano partiti per campo 3 e avrebbero dovuto proseguire per capire se era il momento giusto per tentare la loro impresa: la traversata più alta del pianeta, dalla cima del Kangchenjunga lungo lo skyline montuoso sino alla Cima Sud. Gli ultimi post dal Nepal annunciavano il via per il 24 maggio; ma oggi  - raggiunta quota 7.000  - i due alpinisti hanno però fatto ritorno al campo base. Non si conoscono ancora le ragioni di questo stop.

Correlati

Piolets d'Or a Denis Urubko

Piolets d'Or a Denis Urubko

Il riconoscimento gli è stato assegnato per la sua salita in solitaria al Gasherbrum II.La cerimonia di consegna dei Piolets d’Or, gli Oscar ...

Articolo
Quattro storie di alpinismo e montagna a Calco

Quattro storie di alpinismo e montagna a...

 Cai di Calco e Sherpa Mountain Store organizzano quattro incontri incentrati su esperienze di alpinismo. Il primo appuntamento è per venerdì 25 settembre.Prima ...

Evento
Traversata delle Orobie, l'arrivo ai Piani di Bobbio

Traversata delle Orobie, l'arrivo ai Pia...

Si è conclusa ai Piani di Bobbio, la "cavalcata" delle 100 cime delle Orobie, da parte di Simone Moro e Alessandro Gherardi."Dal Passo del ...

Articolo
Simone Moro tra creste e ghiacciai

Simone Moro tra creste e ghiacciai

Prosegue la traversata delle Orobie di Simone Moro, accompagnato da Alessandro Gherardi. Dopo una sosta tecnica, questa mattina sono ripartiti dal rifugio Curò.Simone Moro ...

Articolo