Articolo

Turismo sostenibile e sviluppo locale, Ardesio guarda lontano

29 Dicembre 2017 / 06:25
0
0
3086
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

Turismo sostenibile e sviluppo locale, Ardesio guarda lontano

29 Dicembre 2017/ 06:25
0
0
3086
Scritto da Redazione Orobie

Nell'ambito del progetto “Visione 2030: turismo sostenibile e sviluppo locale nelle Orobie” un filmato sulla Valcanale e il Sentiero ad anello delle Orobie bergamasche, che parte e termina proprio nella piazza di Ardesio (Bergamo).

La “Visione 2030” di Ardesio. E' stato questo il tema del dibattito che si è svolto giovedì 28 dicembre nel cineteatro di Ardesio (Bergamo) su iniziativa dell'ente locale del turismo “Vivi Ardesio”. Ed è stata l'occasione per presentare il video “Valcanale by drone” che prende spunto dal Sentiero ad anello delle Orobie bergamasche. Il tratto occidentale del percorso inizia dalla val Stabina mentre quello del settore centro-orientale parte proprio dall’ambiente calcareo della Valcanale. Anzi, di più: comincia e si conclude nel centro di Ardesio, dalla piazza del municipio, dove dall'aprile scorso è attivo l'ufficio informazioni di “Vivi Ardesio”.Il video è parte dell'iniziativa “Visione 2030: turismo sostenibile e sviluppo locale nelle Orobie”. Una produzione di “Vivi Ardesio” e di “Valcanale Team”. Le riprese sono di Omar Zucchelli, Marco Filisetti e Mattia Zucchelli, mentre il montaggio è di Simone Biffi.

Il dibattito, moderato dal direttore di Orobie Paolo Confalonieri, ha visto l'intervento, tra gli altri, del sindaco di Ardesio e presidente del Parco delle Orobie bergamasche Yvan Caccia, del rettore dell'Università di Bergamo Remo Morzenti Pellegrini, del consigliere regionale della Lombardia Lara Magoni, del presidente del Gal-Gruppo azione locale Alex Borlini, del presidente dell'agenzia PromoSerio Maurizio Forchini e del presidente del Cai di Bergamo Paolo Valoti.

Relatori sono stati Fabrizio Zucchelli nella veste di presidente di “Vivi Ardesio”, Simone Biffi che è il consulente di strategia oltre che socio di “Vivi Ardesio” che segue la parte di sviluppo manageriale dei progetti dell'ente, Simone Bonetti della Pro loco di Ardesio e Omar Zucchelli di Valcanale Team per Denis Urubko, l'alpinista russo che ha fissato proprio nella contrada montana di Ardesio la sua accademia. Interessante il dibattito che è seguito, con l'intervento anche di operatori turistici e imprenditoriali locali, come Angelo Testa della società degli impianti di risalita agli Spiazzi di Gromo, area coinvolta nei progetti di sviluppo proposti da “Vivi Ardesio” e di cui è stata avviata la condivisione con le comunità locali con il dibattito di giovedì.

Correlati

Libri e cultura in quota sul monte Vaccaro

Libri e cultura in quota sul monte Vaccaro

Una "bibliobaita" a 1.600 metri di altitudine ospiterà libri ed eventi per diffondere il patrimonio della cultura di montagna.A Parre, in una delle ...

Articolo
Cinema di montagna a Chiavenna

Cinema di montagna a Chiavenna

Venerdì prende il via la 39° edizione della Foto-cine rassegna della sezione Cai di Chiavenna. In calendario quattro serate che quest'anno avranno come ...

Evento
Borghi e miniere nei Mercoledì del Parco

Borghi e miniere nei "Mercoledì del Parco"

Proseguono gli incontri di approfondimento organizzati dal Parco delle Orobie Valtellinesi.Mercoledì 21 febbraio l'architetto Dario Benetti parlerà di "Architettura rurale: tracce di storia ...

Evento
Orobie, sfoglia online le mete di marzo

Orobie, sfoglia online le mete di marzo

Per gli abbonati il nuovo numero è già disponibile nella versione digitale.Marzo nel bianco delle cime, come Colle Palazzo, in Valzurio, immortalato da Claudio ...

Articolo