Articolo

A Grone tutti a «passo diverso»

13 Luglio 2018 / 15:15
0
0
1018
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

A Grone tutti a «passo diverso»

13 Luglio 2018/ 15:15
0
0
1018
Scritto da Redazione Orobie

Un successo la sesta edizione di «Cammina Orobie» che ha portato sui Colli di San Fermo centinaia di persone con disabilità. Tanti progetti del Cai di Bergamo per rendere i sentieri senza barriere. GUARDA LA GALLERY FOTOGRAFICA

È stata un successo, giovedì 12 luglio a Grone (Bergamo), la sesta edizione di «Cammina Orobie – In montagna insieme con un passo diverso». L’iniziativa è della sezione di Bergamo dell’Associazione nazionale alpini, Fondazione Angelo Custode onlus e Unione bergamasca sezioni e sottosezioni del Club alpino italiano. Ai Colli di San Fermo si sono dati appuntamento oltre 100 volontari dei gruppi alpini e del Cai, insieme a 440 tra persone con disabilità, loro familiari e accompagnatori, in rappresentanza di una trentina di associazioni, centri e strutture di assistenza della Bergamasca e del Milanese). 

Con un unico obiettivo: muoversi per le montagne insieme, ognuno con il suo passo diverso. In questo filone si inserisce anche il progetto Cai «Quote e ruote» (con carrozzine speciali che consentono ai disabili di muoversi anche su terreni impervi come le strade di montagna), già partito e seguito da Vincenzo Lolli della commissione Impegno sociale del Cai di Bergamo, Massimo Lui, Eleonora Delnevo e Giorgio Bonfanti. Si punta alla mappatura dei sentieri montani percorribili in carrozzella e con le proprie forze. E, inoltre, l’individuazione di un percorso idoneo ad anello permanente ai Colli, sul Monte Ballerino.

Prima si è svolta l’escursione e poi i partecipanti hanno pranzato nel palazzetto dello sport di Grone. Monsignor Vittorio Nozza, presidente della Fondazione Angelo Custode, ha tenuto un momento di preghiera. Erano presenti, tra gli altri, il sindaco di Grone Gianfranco Corali, l’assessore regionale Lara Magoni, il presidente del Cai di Bergamo Paolo Valoti e quello degli alpini orobici Giovanni Ferrari.

Sul numero di agosto 2018 della rivista Orobie, in edicola da venerdì 20 luglio, si parla di montagna e disabilità con un servizio sul sentiero a utenza ampliata del Pertus, a Carenno (Lecco), mentre nel numero di luglio 2018 un servizio è sulle immersioni subacque in quota con i disabili al lago del Diavolo, sopra Carona (Bergamo) in Valle Brembana.


Correlati

Luoghi del cuore Fai, Bergamo è prima

Luoghi del cuore Fai, Bergamo è prima

A tre settimane dal lancio del censimento 2020, Bergamo è prima nella classifica dei Luoghi del cuore del Fai.3.170 preferenze oggi martedì 26 ...

Articolo
Segni e sogni d'alpe finalmente riapre

"Segni e sogni d'alpe" finalmente riapre

Sabato 23 maggio sarà nuovamente possibile visitare la mostra "Segni e sogni d'alpe" allestita a Palazzo della Ragione a Bergamo alta.La mostra "Segni ...

Articolo
Fotografi a sostegno della ricerca contro il coronavirus

Fotografi a sostegno della ricerca contr...

Con UNOSCATTOXLARICERCA  le immagini di 70 fotograti in vendita a sostegno della ricerca contro il coronavirus. 70 fotografi, bergamaschi di nascita o d’adozione ...

Articolo
Escursioni nella Fase 2, decalogo del Cai

Escursioni nella Fase 2, decalogo del Cai

Ecco il decalogo comportamentale suggerito per escursionisti e turisti in epoca di Covid-19."Per le attività sportive in montagna e le attività sportive individuali all ...

Articolo