Articolo

Orobie di agosto, un mese di sorprese

20 Luglio 2018 / 13:15
0
1
1468
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

Orobie di agosto, un mese di sorprese

20 Luglio 2018/ 13:15
0
1
1468
Scritto da Redazione Orobie

È nelle edicole il numero di agosto della rivista Orobie. Ed è anche il numero del nostro compleanno: è da 28 anni che esistiamo e che ogni mese raccontiamo le tante sorprese della Lombardia più bella. Ecco il nostro sommario, con foto e VIDEO

Come ogni anno in estate, il numero di agosto della rivista Orobie esce con una settimana di anticipo rispetto al consueto ultimo venerdì del mese. Ed eccoci qui, pronti a presentare il sommario del nostro magazine, ricco anche in questa occasione di tante sorprese. Dalle «Emozioni con la tenda» in val Marcia alla stazione meteo sul pizzo Coca, dalla cascata della Troggia in val Biandino alla via ferrata sul sench di Dalò, al sentiero a utenza ampliata tra Carenno e il Pertüs, alla val Verzasca in Canton Ticino, al castello di Lurano nella Bergamasca.

Il tenda trek di questo mese ci porta in alta Valsassina: Maria Cristina Brambilla racconta le emozioni di una famiglia che si accampa in val Marcia, tra le cime della val Varrone. Un’esperienza unica per i piccoli Alice e Gabriele, sulle orme di nonno Mario Conti, storico Ragno della Grignetta. Due giorni di cammino insieme ai genitori e al cane Nayra, con uno zaino pieno di emozioni e di ricordi.

Guarda il video del montaggio delle tende.

La stazione meteo sul pizzo Coca

Da un anno a quota 3.050 metri, sul pizzo Coca, c’è una stazione del Centro meteorologico lombardo che contribuisce all’elaborazione delle previsioni del tempo. Il fotografo Matteo Zanga ha seguito il tecnico-volontario che l’ha installata, Matteo Alborghetti, fin lassù sullo spartiacque tra la valle Seriana e la Valtellina

E dalle pagine di Orobie, nel servizio a cura di Margherita Balduzzi, viene lanciato anche un appello: «Aiutateci a mantenere in funzione questa stazione, basta che ci inviate una sua foto quando siete sul Coca».

Guarda il video

A Introbio la cascata della Troggia

È un luogo storico particolarmente suggestivo, immerso nel verde. È la cascata della Troggia, in val Biandino, vicino a Introbio (Lecco). Questo salto d’acqua è stato citato anche da Leonardo da Vinci nel Codice atlantico e in estate è un luogo molto frequentato. Nella parte alta un balcone naturale, il belvedere, dopo anni di abbandono è stato ripulito dai volontari per ammirare la cascata da una prospettiva eccezionale. Il testo e le fotografie, con una ricca scheda di approfondimento, sono di Luca Merisio.

Sul sench di Dalò

Ammirare la val Chiavenna e la val Bregaglia da un punto di osservazione molto particolare. È quanto ci consentono di fare le fotografie di Luca Merisio – il testo è di Massimo Sonzogni – nel servizio dedicato alla via ferrata sul sench di Dalò

Una parete di roccia percorsa da uno storico sentiero, il cengione del Grusus, è stata attrezzata dalle guide alpine anche con una bella e verticale via ferrata. Oggi questo sperone è meta di numerosi appassionati della disciplina. Un intervento di valorizzazione e un’occasione di rilancio turistico per la zona. Tutte le caratteristiche della ferrata Pietro Biasini sono descritte in una scheda con il disegno di Damiano Nembrini.

Guarda l'intervista realizzata da Massimo Sonzogni alla guida alpina Franco Gallegioni che ha progettato la ferrata. Clicca su: Ferrata di Dalò.

Il sentiero per tutti da Carenno al Pertüs 

Da una via ferrata per veri appassionati a un percorso davvero per tutti: il sentiero a utenza ampliata da Carenno al Pertüs. Tra le valli San Martino e Imagna, dalla Forcella all’ex convento, è stato allestito questo itinerario accessibile con sedie a rotelle e passeggini. Lì la montagna è davvero oltre ogni barriera, pure per i ciechi, grazie a un corrimano e a cartelli in braille. Orobie, insieme al direttore Paolo Confalonieri e alla fotografa Laura Benaglia, la ha percorso con alcune guide d’eccezione: il campione dello sci nautico per disabili Uber Riva e i ragazzi di alcuni centri del Lecchese e della Bergamasca.

Guarda le interviste realizzate dal direttore di Orobie Paolo Confalonieri. Clicca su Alberto Nava per quella al presidente dell'associazione Lo Specchio; clicca su Carlo Greppi per quella al presidente della Comunità montana Lario orientale-Valle San Martino; clicca su Luca Pigazzini per quella al sindaco di Carenno.

Ecco il canto finale che i partecipanti a questa giornata particolare hanno dedicato a tutti gli amici di Orobie.

Ad agosto cerchiamo un po’ di fresco anche oltre le Orobie: sono Carlotta Cortese e il fotografo Matteo Zanga a condurci nella svizzera val Verzasca, in Canton Ticino. L’escursione è lungo l’itinerario etnografico Revöira, sul sentiero della transumanza. Dai borghi ormai abbandonati alle acque del torrente Verzasca, cristallino richiamo per bagnanti e tuffatori. Ma ci sono anche Corippo, il più piccolo comune della Svizzera, e la diga set del film «007: GoldenEye». Completano il servizio due pagine di scheda con l’itinerario a piedi e quello in mountain bike attorno al monte Bar.

A Lurano, nel castello del gourmet

Anche in questo numero estivo sono presenti le «Sentinelle del gusto» Silvia Tropea Montagnosi e Marco Mazzoleni. Insieme a loro entriamo nel «Castello del gourmet», a Lurano, nella Bergamasca. Il conte Giovanni, morto nel 1873, ha lasciato un manoscritto con ricette gastronomiche e di restauro pittorico. ù

Era infatti un profondo conoscitore d’arte, ma anche un grande appassionato della cucina semplice ed elegante. Ventisette piatti che scopriamo insieme direttamente dal suo taccuino.

Maratoneti tra cielo e terra

Su Orobie di agosto l’«Altra copertina» è dedicata ai «Maratoneti tra cielo e terra». Si tratta dell’hike & fly che unisce la corsa in montagna e il volo in parapendio. Le immagini si riferiscono alla prima edizione dell’Ironfly Salewa, a maggio, da Lecco a Macugnaga e Bormio, dal Passo della Presolana a Suello. Ma è anche l’occasione per parlare del prossimo appuntamento lombardo della disciplina: l’8 settembre si svolgerà la «H&F Presolana».

All’hike & fly è dedicata la video-intervista di agosto «Orobie Extra» di Cristina Paulato, con ospiti Martina Troni, presidente del Club Scurbatt che ha organizzato l’Ironfly Salewa, e Giovanni Gallizia, atleta e pilota di questa disciplina.

Insomma, con Orobie continua il viaggio tra le tante sorprese della Lombardia più bella.

Correlati

BioBlitz domenica alla Riserva lago di Piano

BioBlitz domenica alla Riserva lago di Piano

E' ancora tempo di BioBlitz: a Carlazzo, nella Riserva Lago di Piano, domenica l'ultimo appuntamento della stagione. Il BioBlitz è un'iniziativa promossa ...

Evento
Le storie di Botticelli in mostra a Bergamo

"Le storie di Botticelli" in mostra a Be...

L'Accademia Carrara di Bergamo riunisce, grazie alla collaborazione con l’Isabella Stewart Gardner museum di Boston, due opere di Sandro Botticelli: Storia di Virginia ...

Articolo
Tutti sulle Orobie, si punta al Guinness

Tutti sulle Orobie, si punta al Guinness

Il Club alpino italiano e la Provincia di Bergamo, dopo il grande successo dell'Abbraccio alla Presolana del 9 luglio 2017, entrato nel Guinness World ...

Articolo
Via Mercatorum, tutto quel che c'è da sapere in una guida

Via Mercatorum, tutto quel che c'è da sa...

La pubblicazione dedicata alla storica strada di collegamento tra Nembro e Camerata, nella Bergamasca, è stata scritta da Silvia Bonomi, con le fotografie di Dimitri ...

Articolo