Articolo

CAI di LEFFE, 22° Concorso fotografico

13 Ottobre 2018 / 06:25
0
0
2087
Scritto da DIMITRI SALVI
Articolo

CAI di LEFFE, 22° Concorso fotografico

13 Ottobre 2018/ 06:25
0
0
2087
Scritto da DIMITRI SALVI

Montagna e fotografia, due amiche inseparabili!

Sabato 13 ottobre 2018 si è tenuta presso Palazzo Pezzoli, la premiazione del 22° concorso fotografico organizzato dal CAI di Leffe, aperto a tutti i soci iscritti alla medesima sottosezione dedicata a “Walter Bertocchi”.

Il tema conduttore è stato la montagna in tutti i suoi aspetti, ed ogni partecipante ha saputo rappresentare il proprio significato di montagna, il tutto in 72 fotografie di elevato contenuto sia estetico che tecnico.Alla presentazione sono intervenuti Paolo Valoti (Presidente CAI sezione di Bergamo), Rosaria Crudeli (Presidente CAI sezione di Leffe), Giancarlo Bosio (Organizzatore concorso fotografico) e Dimitri Salvi (Fotografo).

La mostra sarà visitabile sino al 21 ottobre 2018 presso il Palazzo Pezzoli a Leffe (BG).

PRIMO VINCITORE: Giancarlo Bosio

Titolo opera: Ombre

(Motivazione della Giuria composta da Paolo Valoti, Marta Valoti, Dimitri Salvi)

Montagna e gente, un connubio imprescindibile.Il fotografo ha ben rappresentato questa unione tra i luoghi e la gente che va in montagna e che la percorre incessantemente sia in salita che in discesa, tra sentieri, boschi e vette in andata e in ritorno.L’immagine è divisa da una forte diagonale simile al percorso in salita, sulla quale si bilancia da una parte l’escursionista e dall’altra la sua ombra come una doppia presenza che raffigura sia l’anima e che il corpo. Il fotografo si è estraniato dal gruppo proprio per fare questo scatto, anticipando la curiosa i immagine che aveva premeditato nel suo attento pensiero per poi renderlo eterno e granitico, come le stesse cime fotografate.

SECONDO VINCITORE: Giosue Rottigni

Titolo opera: Prima nevicata in montagna

(Motivazione della Giuria composta da Paolo Valoti, Marta Valoti, Dimitri Salvi)

Uno scatto tecnicamente perfetto pur considerando la difficile tecnica del bianco e nero e ormai anche purtroppo poco praticata. Il primo piano dell’immagine regala all’osservatore un senso di tranquillità grazie a quelle strade ondulate, a quei alberi timidamente distribuiti come se la natura avesse deciso come distribuirli su questa incredibile tavolozza di vegetazione.Il primo piano è collegato gradualmente alle cime più alte, al cielo, all’irraggiungibile orizzonte minacciato da quelle nuvole in arrivo, proprio come testimonianza di quella variabilità che si incontra nei luoghi di montagna. Uno scatto semplice e pulito proprio come l’ambiente raffigurato.

Alcuni momenti della premiazione presso Palazzo Pezzoli (Leffe)


Gli interventi di Paolo Valoti (Presidente CAI sezione di Bergamo), Rosaria Crudeli (Presidente CAI sezione di Leffe) e Giancarlo Bosio (Organizzatore concorso fotografico)

L'immancabile foto di gruppo con i soci CAI, simpatizzanti e amici.



Correlati

Un nuovo rifugio sul monte Suchello

Un nuovo rifugio sul monte Suchello

Ecco la videointervista di Massimo Sonzogni ai volontari del Gam che hanno avviato l'esperienza di una nuova struttura alpina sulle Orobie bergamasche.Il Gam-Gruppo ...

Articolo
Alla scoperta di api e apicoltura

Alla scoperta di api e apicoltura

Sulla rivista di Orobie del mese di agosto 2022 si parla anche di api e apicoltura. Ad accompagnarci è Anna Marconcini, 29 anni di ...

Articolo
Alla sagra patronale di Palosco c'è anche Orobie insieme a L'Eco cafè

Alla sagra patronale di Palosco c'è anch...

L’Eco café, sabato 6 e domenica 7 agosto, fa tappa alla sagra patronale di Palosco (Bergamo), manifestazione organizzata da "San Lorenzo eventi" in ...

Articolo
Luglio, gran finale con Orobie

Luglio, gran finale con Orobie

Tante iniziative in tutta la Lombardia anche nel weekend che ci accompagna alla fine del mese di luglio. Tra le attività troviamo numerosi eventi sportivi ...

Articolo