Articolo

Moro bloccato dalla neve: Teniamo duro

28 Gennaio 2019 / 17:30
0
2
4962
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

Moro bloccato dalla neve: Teniamo duro

28 Gennaio 2019/ 17:30
0
2
4962
Scritto da Redazione Orobie

L’alpinista è impegnato nella conquista del Manaslu, ma il maltempo ostacola la spedizione, ferma al campo base. L’aggiornamento alla redazione di Orobie direttamente da quota 4.800 metri, con le foto e i video della tenda sommersa dalla nevicata.

«Il morale è altissimo, teniamo duro». L’alpinista Simone Moro resta bloccato dal maltempo, nel suo tentativo di conquistare il Manaslu, ottava montagna più alta della Terra con i suoi 8.163 metri. Moro è fermo a quota 4.800 metri del campo base, ma non si perde d’animo: «Per me è la sedicesima spedizione invernale e dunque so come gestire queste situazioni al limite», dice alla redazione di Orobie, rifugiato insieme allo sherpa Pemba Gelje, alpinista molto forte ed esperto, nell’unica tenda rimasta in piedi, quella della cucina.

Una delle foto inviate lunedì 28 gennaio da Simone Moro alla redazione di Orobie
Simone Moro con lo sherpa Pemba Gelje nella tenda cucina del campo base, l'unica rimasta in piedi

La mattina di lunedì 28 gennaio, dopo intere giornate di nevicate, il maltempo ha concesso una tregua. Intorno alle 13,30 lo ha riferito lo stesso alpinista a Orobie: «Ha smesso di nevicare un’ora fa e le prime nebbie si sono alzate un po’, lasciandoci vedere la valle. Domani (martedì 29 gennaio) dovrebbe essere bello e poi mercoledì pomeriggio sembrano ritornare neve e brutto».

Un momento di tregua del maltempo
Simone Moro al campo base della sua spedizione invernale alla conquista del Manaslu
Il muro di sei metri di neve per tornare in superficie dalla tenda cucina

Ha nevicato talmente tanto che in questi giorni gli alpinisti continuano a spalare per tenere sgombera la tenda cucina del campo base. Ha scritto sulla sua pagina Facebook Simone Moro, domenica 27 gennaio: «Notti movimentate e insonni. A causa della incessante nevicata, unita a una tempesta che non permette quasi di stare in piedi, abbiamo dovuto decidere di impacchettare i nostri bagagli e smontare le nostre tendine ormai sepolte e spostarci tutti all’interno della tenda cucina». 

Continua il racconto Simone Moro: «La situazione è brutta e quindi dobbiamo poterci concentrare a spalare e tenere libera una tenda sola. In quattro, facendo turni senza pause, continuiamo a spalare, spalare, spalare. Sono 6 (sì, sei, cazzo!) i metri di neve caduta. A causa del vento abbiamo depositi di neve concentrati in un luogo e meno in un altro. Non ho mai visto nevicare così. Ora ha quasi smesso, ma nebbia e vento forte rimangono. E dunque non possiamo smettere di uscire e spalare ogni tanto. Si rompesse la tenda cucina saremmo davvero fottuti. Gas e benzina ci bastano per 6 giorni, il cibo per qualche giorno in più. Qui è un oceano di neve in movimento, valanghe gigantesche ovunque. Il campo base è stato saggiamente posizionato su un cocuzzolo, ventoso ma super sicuro. Karl Gabl dice che martedì e mercoledì ci sarà il sole. Teniamo le dita incrociate».

Questa sul Manaslu sarebbe la quinta prima invernale di Simone Moro, dopo Shisha Pangma (nel 2005), Makalu (2009), Gasherbrum II (2011) e Nanga Parbat (2016). L’aveva già tentata con Tamara Lunger quattro anni fa, ma erano stati ostacolati dal maltempo.


Correlati

Manaslu, Simone Moro si racconta alla vigilia della partenza

Manaslu, Simone Moro si racconta alla vi...

Alpinismo al centro di questa puntata di Orobie Extra. L'alpinista bergamasco Simone Moro ha pubblicato in questi giorni un nuovo libro: "A ...

Articolo
Premio Meroni: la montagna durante il lockdown

Premio Meroni: la montagna durante il lo...

Quest’anno il Premio Marcello Meroni avrà una formula diversa dal solito e sarà dedicato a quanti hanno continuato a far vivere la montagna durante ...

Evento
La montagna al cinema, rassegna a Bergamo

La montagna al cinema, rassegna a Bergamo

Prosegue al cinema Capitol Multisala la rassegna dedicata alle terre alte.Un ciclo di pellicole dedicate alla montagna, che parlano di alpinismo, emancipazione sociale e ...

Evento
Anniversari importanti per l'Osa di Valmadrera

Anniversari importanti per l'Osa di Valm...

Settantesimo di fondazione e quarantesimo della creazione della via ferrata del Corno Rat: due anniversari che impegnano l'Osa, Organizzazione sportivi alpinisti di Valmadrera.Nuovi ...

Evento