Articolo

Assegnati i Beat Yesterday Awards 2019

27 Novembre 2019 / 12:30
0
0
428
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

Assegnati i Beat Yesterday Awards 2019

27 Novembre 2019/ 12:30
0
0
428
Scritto da Redazione Orobie

Lo sport, quello vero, quello praticato e vissuto in prima persona. Questo è il modo di concepire le sfide ai Beat Yesterday Awards 2019. I premi sono stati consegnati martedì 26 novembre ai protagonisti di 8 imprese sportive e non soltanto. 

Quarta edizione dei Beat Yesterday Awards, iniziativa di Garmin che premia quanti competono per superare i risultati di "ieri"Il palco ha visto l’alternarsi di grandi campioni di ieri e di oggi che insieme a personaggi dello spettacolo, hanno assegnato i riconoscimenti. Premiato - da Christian Ghedina - Carlo Alberto "Cala" Cimenti, per la scalata e la discesa con gli sci dal Nanga Parbat e dal Gasherbrum VII.

Il mondo della montagna protagonista anche con il riconoscimento per il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico che, dalle mani del CT della nazionale di ciclismo Davide Cassani, ha ricevuto il premio per l’attività svolta lo scorso anno, quando sono state portate a termine 9.554 missioni di soccorso: un numero record, mai registrato dal suo anno di fondazione.

I monti della Valle d'osta sono stati la cornice dell'impresa di Oliviero Bosatelli, il trail runner bergamasco che ha vinto il Tor De Geants 2019: 330 chilometri e 24.000 metri di dislivello. Chi lo vince due volte come Bosatelli è il Re dei giganti.  L’atleta bergamasco è stato premiato da Stefano Baldini.

Premiata anche l'assegnazione dei Giochi Olimpici 2026 a Milano – Cortina: il Sottosegretario con delega ai Grandi Eventi Sportivi di Regione Lombardia, Antonio Rossi, e l’Assessora al turismo, sport e qualità della vita del comune di Milano, Roberta Guaineri, hanno ricevuto da Linus il premio per il grande lavoro che è valso l’obiettivo a cinque cerchi.

Un’impresa estrema, questa volta in acque libere, è quella che è valsa il Beat Yesterday Awards -  consegnato da Giorgio Rocca - a Paolo Chiarino, il nuotatore italiano che ha nuotato per un chilometro tra i ghiacci dell’Antartide

Il velista Giovanni Soldini ha invece consegnato il riconoscimento al team di Anvera Elab 38, la barca italiana a propulsione elettrica che ha partecipato al Monaco Solar & Energy Boat Challenge.

Sul palco anche Daniel Fontana che, a quasi 44 anni, ha staccato il pass per i mondiali Ironman di Kona, la sua sesta finale mondiale, grazie alla vittoria all’Ironman di Taiwan. Lo ha premiato Alberto Bettiol.

I Beat Yesterday Awards 2019 hanno visto, infine, la premiazione di Obiettivo 3, la fondazione promossa da Alex Zanardi che punta a diffondere la pratica sportiva tra i portatori di disabilità. A Barbara Manni e Pieralberto Buccoliero è stato consegnato il premio di Garmin Italia da Norma Gimondi, figlia dell'indimenticato Felice scomparso ad agosto.

Mercoledì 27 novembre alle 20.30 sarà possibile vedere tutte le premiazioni sui profili ufficiali di Garmin Italia.


Correlati

Alle porte dell'inverno con Orobie di novembre 2020

Alle porte dell'inverno con Orobie di no...

Il sasso Moro si specchia nelle acque, ormai imbrigliate dalla morsa del freddo, nel lago del Mufulè, in alta Valmalenco. E' Roberto Ganassa a firmare ...

Articolo
Dpcm, le raccomandazioni del Cai

Dpcm, le raccomandazioni del Cai

Prudenza e rispetto delle regole per poter continuare ad andare in montagna in  sicurezza.Il Club alpino italiano invita a rispettare le regole introdotte dal ...

Articolo
24 nuovi Accompagnatori di media montagna

24 nuovi Accompagnatori di media montagna

Il Collegio Guide alpine Lombardia ha diplomato 24 nuovi Accompagnatori di media montagna. Dopo aver superato gli esami di abilitazione, i neodiplomati hanno ottenuto ...

Articolo
Un weekend open air

Un weekend open air

Giornate Fai d'autunno, appuntamento con il secondo weekendSabato e domenica ancora tanti luoghi visitabili grazie al Fondo ambiente italiano: circa 80 tra ...

Articolo