Articolo

Alpinismo e transumanza sono Patrimonio dell'umanità

12 Dicembre 2019 / 12:45
0
0
551
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

Alpinismo e transumanza sono Patrimonio dell'umanità

12 Dicembre 2019/ 12:45
0
0
551
Scritto da Redazione Orobie

L'alpinismo e la transumanza sono stati dichiarati dall'Unesco Patrimonio culturale immateriale dell'umanità. 

La decisione è stata presa durante la XIV sessione del Comitato Intergovernativo per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale dell'Unesco, in corso di svolgimento a Bogotà, in Colombia.

Nel 2018 Italia, Francia e Svizzera hanno presentato la candidatura per l'iscrizione nella lista dell'Intangible Cultural Heritage, evidenziando gli aspetti sociali e culturali della pratica alpinistica, nonché lo spirito internazionale che la contraddistingue da sempre.

Un importante riconoscimento, dunque, per l'arte di scalare in maniera rispettosa dell'ambiente, ispirata da principi di solidarietà e libertà. Per l'Italia la candidatura è stata presentata dal Club alpino italiano, dal Collegio nazionale guide alpine italiane e dal Comune di Courmayeur.

Anche la transumanza è entrata a dar parte del Patrimonio culturale immateriale dell'umanità. 

È la terza volta - dopo la pratica tradizionale della coltivazione della vite ad alberello della comunità di Pantelleria e l’arte dei muretti a secco - che viene attribuito questo prestigioso riconoscimento a una pratica rurale tradizionale.

La candidatura della "Transumanza. Il movimento stagionale del bestiame lungo gli antichi tratturi nel Mediterraneo e nelle Alpi" è stata avanzata nel marzo 2018 dall'Italia come capofila insieme alla Grecia e all'Austria. E' stata coordinata a livello internazionale dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e ha visto il coinvolgimento diretto delle Regioni di Puglia, Basilicata, Campania, Molise, Lazio, Abruzzo, Lombardia e alle province di Trento e Bolzano.

La transumanza rappresenta la migrazione stagionale delle greggi, delle mandrie e dei pastori che, insieme ai loro cani e ai loro cavalli, si spostano in differenti zone climatiche, percorrendo le vie semi-naturali dei tratturi. Il viaggio dura giorni e si effettuano soste in luoghi prestabiliti, noti come "stazioni di posta". La transumanza quale elemento culturale, dal forte contenuto identitario, ha saputo nei secoli creare forti legami sociali e culturali tra i praticanti e i centri abitati attraversati, nonché rappresentare un'attività economica sostenibile caratterizzata da un rapporto tra uomo e natura, influenzando con la sua carica simbolica tutti i campi dell'arte.

Ph. Marco Mazzoleni

La transumanza è ancora oggi praticata sia nel Centro e nel Sud Italia e nell'area alpina, in particolare in Lombardia e in Val Senales, in Alto Adige.


Correlati

Segni e sogni d'alpe, il convegno

"Segni e sogni d'alpe", il convegno

A conclusione della mostra fotografica "Segni e Sogni d'Alpe", organizzata dal Comune di Bergamo in collaborazione con Orobie, lunedì si terrà un convegno di ...

Evento
Giro d'Italia sulle vette per Tamara Lunger

"Giro d'Italia" sulle vette per Tamara L...

L'alpinista Tamara Lunger è partita per un tour dell'Italia, durante il quale scalerà la vetta più alta di ogni regione.Due mesi e ...

Articolo
Incontro digitale con Messner

Incontro "digitale" con Messner

Oggi alle 18 diretta Facebook con Reinhold Messner per parlare del suo nuovo libro."Everest solo", è il titolo del libro che racconta la conquista ...

Evento
Addio al Ragno Agostino Castagna

Addio al "Ragno" Agostino Castagna

Cordoglio nel mondo della montagna per la morte di Agostino Castagna.Era uno dei Ragni di Lecco della prima ora, parte del gruppo alpinistico fin ...

Articolo