Articolo

Natale e Capodanno nei rifugi

20 Dicembre 2019 / 14:30
0
1
978
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

Natale e Capodanno nei rifugi

20 Dicembre 2019/ 14:30
0
1
978
Scritto da Redazione Orobie

Natale con i sapori e l’ospitalità familiare dei rifugi alpini della Lombardia. Ma anche il cenone di Capodanno in quota, per brindare al 2020 e a un inverno ricco di ciaspolate magari al chiaro di luna, serate enogastronomiche e momenti all’aria aperta. Sono molte le strutture alpine aperte in questo periodo, con diverse proposte rivolte agli escursionisti. Ecco una carrellata sulla base delle segnalazioni ricevute da Assorifugi Lombardia (info su www.rifugi.lombardia.it), l’associazione che riunisce i gestori della nostra regione.

Le strutture bergamasche

Nella Bergamasca, il rifugio Capanna 2000, all’alpe Arera di Oltre il Colle, è aperto tutti i weekend e festività, con la possibilità di effettuare escursioni sia con ciaspole che con sci d’alpinismo, anche in notturna, con eventuale pernottamento. Si raccolgono le prenotazioni per il cenone di Capodanno. In Presolana, sopra Colere, l’Albani sarà disponibile dal 28 dicembre al 6 gennaio e poi, fino al 5 maggio, nei fine settimana. Tante le iniziative organizzate, oltre al veglione, tra ciaspolate e yoga sulla neve. Sul monte Farno, a Gandino, il Parafulmine sarà aperto dal 23 dicembre al 10 gennaio, escluso il giorno di Natale. Tutti i venerdì sera ciaspolata con guida e cena al rifugio. Il Campel (1.490 metri) di Lizzola è attivo nel fine settimana fino a Natale e poi tutti i giorni. Alla bocchetta di Camisolo, Valtorta, il rifugio Grassi, in funzione tutto l’anno, tra le molte proposte ha il Capodanno e le ciaspolate al chiaro di luna.

I rifugi di Brescia

In provincia di Brescia il rifugio Tita Secchi (2.367 metri) al lago della Vacca sopra Breno, è aperto dal 28 dicembre al 8 gennaio, raggiungibile con ciaspole o scialpinismo. In programma cenone di Capodanno con accompagnamento, pernottamento, prima colazione, brindisi e intrattenimento. Il Campione (1.946 metri, al passo dei Campelli, Cerveno) resterà disponibile tutti i giorni dal 26 dicembre al 6 gennaio. A Gianico, il rifugio Alpini monte Cimosco è attivo in inverno tutti i venerdì, sabato e domenica, e dal 27 dicembre al 6 gennaio tutti i giorni. Per Capodanno possibilità di pernottamento. In valle Sabbia, il Monte Stino apre nei weekend di dicembre e in continuativa dal 27. Il cenone saluterà il 2020.

Como e i suoi monti

Nel Comasco, il Prabello (1.210 metri) a Cerano d’Intelvi è in funzione tutti i weekend fino al 15 giugno e nelle festività. Capodanno sarà al sapore dei piatti tipici. Cenone anche al Menaggio sul monte Grona (1.380 metri), aperto tutti i weekend invernali. Il Bugone lo è fino a Pasqua di martedì,giovedì,venerdì, sabato e domenica e nei festivi. A dicembre weekend con giro polenta o gnocchi, oltre al cenone di Capodanno. Ai Corni di Canzo (1.276 metri), il rifugio Sev all’alpe di Pianezzo propone il Capodanno in quota.

Escursioni nel Lecchese

Nel Lecchese, il rifugio Sassi Castelli (1.626 metri) ai Piani di Artavaggio è sempre disponibile e mette in calendario attività per famiglie, scialpinisti e ciaspolatori: Capodanno, arrivo della Befana, osservazioni astronomiche e altro.

Sondrio, programma ricco

Tante le segnalazioni dalla provincia di Sondrio. A partire dallo Zoia (2.021 metri), a Lanzada, aperto dal 26 dicembre al 6 gennaio e nei weekend fino a metà maggio. Oltre al Capodanno al rifugio, ciaspolate guidate ed eventi di scialpinismo. Il Luna Nascente, in Valle di Mello, è attivo nei weekend e festività da dicembre a marzo e organizza ciaspolate con le guide alpine. Poi cena con prodotti valtellinesi. In valle dei Ratti, a Verceia, al Frasnedo si festeggerà l’arrivo del nuovo anno a quota 1.287. Più su, ai 2.287 metri del Cristina Alpe Prabello, cenone di Capodanno con fiaccolata. Il rifugio apre dal 28 dicembre al 6 gennaio, poi il sabato e la domenica fino a Pasqua. Al La Baita in valle di Rezzalo fornelli accesi tutti i fine settimana e slittata notturna. Il Rifugio della Corte, in val Gerola ( 1.250 metri) è aperto sabato, domenica e festivi e per Capodanno ci sarà il cenone. Ancora a Lanzada, il rifugio Cà Runcasch propone weekend ed eventi fino ad aprile, Natale e Capodanno compresi. Il Savogno, nel borgo della val Bregaglia (932 metri), è sempre funzionante fino al 15 febbraio, con veglione. Tante attività anche al Salmurano (1.848 metri), in val Gerola, e a Santa Caterina Valfurva, allo Stella Alpina (2.061 metri).


Correlati

Pasturs, i giovani tornano in montagna

Pasturs, i giovani tornano in montagna

Nonostante il difficile periodo, la Cooperativa Eliante Onlus è riuscita ad attuare il progetto Pasturs anche quest'estate.I giovani sono tornati in alpeggio per ...

Articolo
Per i ragazzi giornate in montagna in Valgerola

Per i ragazzi giornate in montagna in Va...

Montagna a 360° per bambini e ragazzi grazie a una due giorni in Valgerola.Camminare e scalare in Valgerola, con l'aiuto e le indicazioni ...

Evento
Perché è un bene che il nostro futuro passi (anche) dagli alpeggi

Perché è un bene che il nostro futuro pa...

Dal convegno online a conclusione della mostra "Segni e sogni d'Alpe", una riflessione a più voce su quanto sta accadendo sulle nostre montagne e ...

Le emozioni di luglio in Orobie Extra

Le emozioni di luglio in Orobie Extra

Dai rifugi di Valmalenco, Valmasino e Val di Mello, a giornate e imprese indimenticabili sulle Orobie. Quante emozioni nel numero di luglio di Orobie ...

Articolo