Articolo

Nuovo stop. «Nessun rispetto per il mondo dello sci»

15 Febbraio 2021 / 11:55
0
0
242
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

Nuovo stop. «Nessun rispetto per il mondo dello sci»

15 Febbraio 2021/ 11:55
0
0
242
Scritto da Redazione Orobie

Lo stop è arrivato a 13 ore dall'apertura degli impianti, prevista per questa mattina.

La firma del ministro della Salute Roberto Speranza, che ha decretato l'ennesimo stop allo sci , è arrivata poco prima delle 19 di domenica 14 febbraio. 13 ore prima del previsto avvio degli impianti di risalita. Il rinvio al 5 marzo - ma per molti la fine definitiva della stagione - è stato deciso alla luce del parere negativo del Comitato tecnico scientifico.

Delusione e rabbia per gli operatori del settore, per gli abitanti e gli amministratori dei comuni interessati. Dopo tanto tempo erano tornati i turisti negli alberghi e nei giorni scorsi erano stati venduti migliaia di skipass. Per preparare il via le società di gestione degli impianti hanno speso centinaia di migliaia di euro.

Tutti concordi a parlare di beffa e presa in giro, anche perchè il via libera era stato dato soltanto pochi giorni fa e la stessa approvazione del Protocollo di sicurezza da parte del Cts risale al 4 febbraio.

Anche l'associazione Maestri Sci Italiani ha espresso amarezza per il provvedimento. Le scuole di sci si sono attrezzate e organizzate con il massimo rigore... Ricevendo questa ennesima battuta d'arresto non ci sono parole per esprimere sgomento, delusione e preoccupazione del mondo dei maestri di sci». 15.000 famiglie che vivono di questa attività e che sono ferme dal 10 marzo del 2020.

Ora il Governo si impegna a compensare gli operatori del settore con i ristori. Lo hanno ribadito i neo ministri Giancarlo Giorgetti e Massimo Garavaglia«Non è solo questione di cifre: non è detto nemmeno che bastino i 4,5 miliardi richiesti quando la stagione non era ancora compromessa, probabilmente ne serviranno di più, a maggior ragione se ci sono altri stop. Gli indennizzi per la montagna devono avere la priorità assolutaquando si reca un danno, il danno va indennizzato; già subito nel prossimo decreto». 


Correlati

Corse e trail, una stagione di novità

Corse e trail, una stagione di novità

Molti rinvii ma, per fortuna anche tante conferme nei prossimi mesi, per gli appassionati di corsa in montagna.Il Trail del Segredont è confermato per ...

Articolo
Pasqua, uno squarcio di luce tra le nostre fatiche

Pasqua, uno squarcio di luce tra le nost...

L'anno scorso vi avevamo fatto gli auguri di buona Pasqua dal giardino di casa. Non siamo andati molto lontani purtroppo. Sono ancora tempi drammatici ...

Articolo
Pasqua in lockdown, non rinunciamo alla bellezza

Pasqua in lockdown, non rinunciamo alla ...

Un'altra Pasqua a casa per gran parte di noi. Le regole le conosciamo, ma forse non tutti conosciamo le tante opportunità per scoprire e ...

Articolo
Adotta una pianta di Villa Carlotta

Adotta una pianta di Villa Carlotta

Ritorna l'iniziativa, nata durante il lockdown dell'anno scorso per sostenere la cura del giardino botanico di Villa Carlotta.La campagna a sostegno del ...

Articolo