Articolo

DOG TREKKING

08 Agosto 2021 / 11:11
0
0
212
Scritto da Alessandro Verga
Fotografie di alessandro verga
Articolo

DOG TREKKING

08 Agosto 2021/ 11:11
0
0
212
Scritto da Alessandro Verga
Fotografie di alessandro verga

DOG TREKKING

Fare un escursione con il proprio amico a quattro zampe, passare del tempo con lui in mezzo alla natura incontaminata, puo’ essere un esperienza unica, utile a rafforzare il rapporto con lui, ma avere al proprio fianco un amico cosi fedele che ti seguirebbe ovunque, comporta anche delle responsabilita’ che e’ giusto conoscere.

Per prima cosa bisogna scegliere una meta adatta alle caratteristiche del proprio cane, iniziare con brevi passeggiate se l’animale non e’ allenato , diversamente piu’ lunghe se gia’ abituato a camminare, detto cio’ bisogna pensare a cosa mettere nello zaino che possa servire , come ad esempio non deve mai mancare l’acqua fondamentale per la sua idratazione, infatti ci sono tanti sentieri dove non si trovano fortane o corsi d’acqua e in questi casi una borraccia con una piccola ciotola fa la differenza.

Purtroppo molti rifugi non accettano ancora i cani al loro interno e puo’ essere un problema se vogliamo fermarci a pranzare , quindi sempre meglio informarsi prima di partire e eventualmente portare il pranzo al sacco per noi e per lui.

Come per ogni uscita in montagna e’ importante consultare il meteo nei giorni precedenti e il giorno stesso , per evitare brutte sorprese, anche giornate troppo calde e afose alle medie altitudini possono essere pericolose per lui, colpi di calore possono colpire all’improvviso con conseguenze serie per la sua salute.

Ora affrontiamo il discorso conduzione, consigliato tenere sempre il proprio cane al guinzaglio, sopratutto nei tratti piu’ esposti dove il rischio di cadere in qualche precipizio e’ elevato, inoltre potrebbe essere attratto da qualche animale selvatico e portarlo ad allontanarsi dal padrone.

Ci sono cani da riporto come i Labrador che sono portati a raccogliere ogni tipo di legno che trovano sul proprio percorso, fate attenzione che una scheggia di legno puo’ facilmente infilarsi nella trachea , provocando seri danni alla respirazione, in questi casi e’ fondamentale contattare subito un veterinario per le dovute cure. Un altra caratteristica di questa meravigliosa razza e’ il loro desiderio innato di tuffarsi in ogni torrente o laghetto che incontriamo, facciamo attenzione che non sia troppo profondo e che il nostro amico a quattro zampe sia capace di nuotare bene.

Questi sono accorgimenti che ho imparato dalla mia personale esperienza diretta con Akie il mio labrador di sei anni abituato a seguirmi sempre ogni volta che faccio un’escursione, in fine ultimo argomento da trattare e’ il trasporto in auto , se non disponiamo di gabbie specifiche per il trasporto di animali , va bene metterlo nel baule con un’apposita rete che lo separi dal resto dell’abitacolo , come da disposizione di legge (art 169 c.d.s.), in modo che l’animale non possa creare problemi al conducente dell’auto. Altra soluzione e’ la cintura di sicurezza per cani , da allacciare alla pettorina e alla presa delle cinture dei sedili posteriori, questi accorgimenti oltre a essere obbligatori, possono salvare la vita ai nostri cari amici in caso di incidente stradale.

Detto cio’ godetevi la giornata all’aperto con il vostro amico, non ve ne pentirete provare per credere.


Correlati

DOG TREKKING

DOG TREKKING

DOG TREKKINGFare un escursione con il proprio amico a quattro zampe, passare del tempo con lui in mezzo alla natura incontaminata, puo’ essere un ...

Articolo