Articolo

Libri di montagna, tre titoli da non perdere

18 Maggio 2024 / 14:30
0
0
479
Scritto da Redazione Orobie
Articolo

Libri di montagna, tre titoli da non perdere

18 Maggio 2024/ 14:30
0
0
479
Scritto da Redazione Orobie

"Oltre la cima" è il nuovo libro di Marco Confortola, nel quale l'alpinista ci invita a guardare il cambiamento attraverso l’ambiente che meglio conosce e più ama: la montagna, un punto d’osservazione privilegiato per comprendere questioni globali come il surriscaldamento e i cambiamenti climatici

Davanti ai cambiamenti tutti noi possiamo fare qualcosa. In questo senso andare «oltre la cima» significa comprendere come l’alpinismo non sia solo una sfida con se stessi, una ricerca di record, successi e primati, ma un modo di rapportarsi al mondo e a un ecosistema in perenne trasformazione con rispetto e spirito di adattamento. Confortola lo ha imparato durante le spedizioni verso le vette più alte della terra, lo ha appreso dopo il dramma vissuto sul K2, ma anche nel suo lavoro di guida alpina e soccorritore, o semplicemente scrutando la quotidianità nella valle nella quale è nato e vive. Il libro è edito da Sperling & Kupfer

"La vetta della vita" per Matteo Della Bordella è il Cerro Torre che ha rincorso a lungo. Anche insieme a Matteo Bernasconi e Matteo Pasquetto, tragicamente scomparsi negli scorsi anni. Il racconto della montagna e dell'alpinismo, in questo libro, passa soprattutto attraverso le loro storie e l'amicizia che li ha uniti; e ripercorre l'apertura di una nuova via sul Torre e drammatico intervento in soccorso a "Korra Pesce e Thomas Aguilo, impegnati nello stesso giorno sulla cima patagonica. "La vetta della vita" è pubblicato da Rizzoli.

"Ero roccia, ora sono montagna" (Garzanti)Nasim Eshqi è l’unica alpinista professionista iraniana nota per l’apertura di oltre cento nuove vie tra Europa e Medio Oriente. L'alpinista, con Francesca Borghetti, ricorda gli anni dell’infanzia, le prime arrampicate, i divieti e le ritorsioni subite da parte della polizia morale, ma soprattutto ripercorre le molte nuove vie che ha aperto sulle montagne di Iran, Armenia, Georgia, India ed Europa. Dopo le rivolte del 2022 e la stretta del regime, ha deciso di esporsi in prima persona dando voce, attraverso i suoi social network, a tutte le donne vittime di soprusi. Per farlo ha dovuto sacrificare tutto ciò che aveva costruito nella sua terra, ma la forza di credere in sé stessa e nelle proprie possibilità non l’ha mai abbandonata.


Correlati

Una serata con il grande Tommy Caldwell

Una serata con il grande Tommy Caldwell

Il celebre alpinista statunitense sarà protagonista di  "A tu per tu con i grandi dello sport" martedì 25 giugno a Bevera di Sirtori.Nell'incontro ...

Evento
Alpiniste sul K2 nel 70° della conquista

Alpiniste sul K2 nel 70° della conquista

Al via la spedizione femminile K2-70, organizzata dal Cai per celebrare il 70° anniversario della prima salita sulla seconda montagna più alta della Terra.Le ...

Articolo
Una cordata lunga 50 anni

Una cordata lunga 50 anni

Quest’anno ricorre il 50° anniversario della fondazione delle Sezione Cai di Concorezzo e si festeggerà il prossimo weekend.In tre giorni ci si riunisce ...

Articolo
Dalla Valtellina per sciare sul K2

Dalla Valtellina per sciare sul K2

Marco Majori e Federico Secchi partono domenica per il Pakistan per tentare un'impresa con gli sci Il progetto dei due giovani sulla seconda e ...

Articolo