Valsassina, la valle dei formaggi

Secoli di tradizione e produzioni d'eccellenza hanno fatto della Valsassina uno dei principali distretti caseari a livello internazionale. Una storia che oggi vuole essere promossa e valorizzata attraverso il nuovo brand, "Valsassina: la valle dei Formaggi - slow life & food", un marchio nato da una partnership pubblico-privata che quest'estate si presenta attraverso gli appuntamenti della 1.a edizione del Festival dei formaggi d'autore.

I grandi maestri caseari della Valsassina, una storia secolare che continua

Un week end con 2 importanti eventi per il secondo fine settimana del Festival dei formaggi d'autore. Domenica 30 luglio alle 15.30, nella sede del Coe a Barzio (via Milano 4) si tiene l'incontro "E l'Okapi arriva a Barzio…", un piccolo talk, uno spettacolo divertente, una merenda genuina. Si tratta di un pomeriggio per bambini, genitori e nonni dedicato al nuovo libro "E tu chi sei? L'Okapi". Sempre domenica 30 luglio, alle 20.30, "Carozzi formaggi" (Pasturo, via Provinciale 14/a) presenta lo spettacolo "Mucche e capre tra tamburi, lupi e libri" per la regia di Giorgio Galimberti con, a seguire, degustazione gratuita di formaggi.

L'arte e il commercio caseario in Valsassina affondano le proprie radici in una storia di lunga durata. Infatti da quando, a partire dal Cinquecento, gli alpeggi più grandi furono affidati ai bergamini, una tribù di allevatori e casari nomadi, venne a crearsi un sistema che superava l'economia di sussistenza e si apriva al commercio. Fin dal Settecento si hanno notizie di scambi commerciali con la valle del Ticino e le città di Bergamo e Milano divenuti via via sempre più importanti. Le produzioni che resero famosa la Valsassina furono infatti portate a perfezionamento dai bergamini transumanti per secoli tra la valle e le campagne del Milanese, Pavese e Lodigiano, fino a conoscere una straordinaria fioritura tra il 1880 e il 1930 quando, nei momenti migliori, come alla vigilia della grande guerra, il 14% del formaggio italiano nasceva o transitava dalla valle. Una storia gloriosa ancora oggi testimoniata dalle casere realizzate a cavallo tra Ottocento e Novecento, alcune ancora utilizzate e soprattutto testimoniata da un presente di altissimo livello. 

Ad agosto l'inaugurazione di una mostra

Giovedì 3 agosto alle 11, alla la Comunità montana Valsassina (Barzio, via Fornace Merlo 2) è in programma l'inaugurazione della mostra "Strumenti, luoghi, immagini e gesta valligiane". Apertura al pubblico da domenica 6 a martedì 15 agosto, dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 19. Da mercoledì 16 a giovedì 31 agosto apertura dalle 15 alle 19. In concomitanza con la mostra, dal 6 al 15 agosto, sono previsti laboratori didattici con lavorazione del formaggio e del burro.

Per tutte le informazioni cliccate su: www.valsassinalavalledeiformaggi.it, Facebook Turismo ValsassinaCanale Youtube Turismo Valsassina

Correlati

Segni e sogni d'alpe in mostra ad Averara

"Segni e sogni d'alpe" in mostra ad Averara

"Segni e sogni d’alpe: passione, orgoglio e resilienza": è il titolo della mostra fotografica di Marco Mazzoleni riproposta in valle Averara su iniziativa dell ...

Articolo
Dall'alba al tramonto, il weekend sale di quota

Dall'alba al tramonto, il weekend sale d...

Outdoor da impresaSabato si corre l'International Orobie Skyraid con 650 atleti provenienti da tutt’Italia,  ai nastri di partenza alle 6 ...

Articolo
L'agosto sorprendente di Orobie

L'agosto sorprendente di Orobie

Al monte Tonale tra splendidi paesaggi, ricchi di legami con il passato. Qui, lungo il sentiero degli Austriaci Cristian Riva ha scattato la foto che ...

Articolo
Orobie Extra. Super eroe delle pareti

Orobie Extra. Super eroe delle pareti

Il nome che gli hanno dato gli amici è da super eroe; e in effetti per gli appassionati di arrampicata lo è: Delfix, alias Delfino ...

Articolo