Da Vila Real a Edolo, siti Unesco a confronto

Da giovedì 26 a sabato 28 ottobre a Unimont gli studiosi approfondiscono le peculiarità di due aree del Patrimonio mondiale dell’umanità, la Valle Camonica e il Douro

Due siti del Patrimonio mondiale dell’Unesco, la Valle Camonica e il Douro, si mettono a confronto e lo faranno in un incontro in programma a Edolo (Brescia) giovedì 26 e sabato 28 ottobre. In virtù della partnership instaurata tra l’Università della Montagna (Unimont) e l’Universidade de Trás-os-Montes e Alto Douro a Vila Real nell'ambito del programma Erasmus + Staff Mobility for teaching, Unimont organizza, in collaborazione con il Centro Camuno di Studi Preistorici, un seminario con uscita didattica dedicato a due patrimoni mondiali: il Douro e la Valle Camonica.

Durante l’incontro interverranno tre docenti provenienti dall'Universidade de Trás-os-Montes e Alto Douro e il Centro Camuno di Studi Preistorici della Valle Camonica. Unimont, con la sua rete di network sempre più estesa, è un esempio significativo di un centro d’eccellenza che si caratterizza per l’importante ruolo di “ponte” tra le montagne italiane e il mondo

Il programma del seminario prenderà il via giovedì 26 ottobre con queste relazioni: “Due santuari nella Preistoria. L’arte rupestre del Douro e della Valcamonica: dal Paleolitico ai nostri giorni”, di Mila Simoes de Abreu (Utad – Cetrad); “L’attività silvo-pastorale in epoca storica in alcuni siti con archeologia rupestre”, Federico Troletti (Ccsp); “Flora e vegetazione del Douro”, António Crespi (Utad – Citab); “Il riutilizzo dell’ambiente naturale in un contesto archeologico”, Tiziana Cittadini (direttore Riserva naturale delle incisioni di Ceto, Cimbergo Paspardo); “La vitivinicoltura portoghese: Douro la più antica regione vinicola demarcata e regolamentata del mondo”, António Pirra (Utad – Centro de Quimica); “L’arte dei guerrieri in Valcamonica e nel Douro, un aggiornamento”, Angelo Fossati (Le Orme dell’Uomo; Università Cattolica, Milano).

L’uscita didattica è prevista per sabato 28 ottobre: alle 9,30 visita al Museo di Nadro di Ceto; alle 10,30 visita alla zona di Foppe di Nadro; alle 12,30 partenza per Paspardo; alle 13 pranzo a Paspardo. Nel pomeriggio, alle 15 visita a Dos Sotto Laiolo.

Correlati

Cambio di gestione per il rifugio Bazena

Cambio di gestione per il rifugio Bazena

In arrivo una nuova rifugista per la capanna di Breno.Vittorio Gelmini conclude l'esperienza al rifugio Bazena dopo ben 18 anni. Gli subentra Sonia ...

Articolo
Valle dei Segni Wine Trail

Valle dei Segni Wine Trail

Nel Bresciano in arrivo il prossimo anno una nuova corsa tra storia, borghi e vigneti. Le date da segnarsi in rosso sul calendario sono il ...

Evento
Nuove tappe per il Cammino di Carlo Magno

Nuove tappe per il Cammino di Carlo Magno

Il Cammino di Carlo Magno, a tre anni dalla nascita, allarga i confini e raggiunge la Bergamasca.L'itinerario è stato creato nel 2018 da ...

Articolo
Como Città Creativa Unesco

Como Città Creativa Unesco

Il riconoscimento nella sezione Artigianato e Arte Popolare  per l’expertise unico nella lavorazione tessile e della seta in particolare.La designazione è arrivata lunedì ...

Articolo