La Valle di Scalve scende a Bergamo

Appuntamento a Bergamo, domenica 19 marzo 2023, con la Valle di Scalve. Dalle 10 alle 18 il parco Olmi del quartiere Malpensata sarà infatti punto di incontro per i prodotti tipici scalvici, grazie all’iniziativa che unisce la Cooperativa don Giuseppe Ferrari, la Pro loco Colere e l’Atiesse-Associazione turistica Schilpario. L’iniziativa ha il duplice scopo di favorire da un lato la promozione territoriale, turistica ed enogastronomica locale, dall’altro favorire socialità e dialogo nel contesto di una realtà di quartiere che mostra una decisa volontà di rinascita.

Attorno al bar Ermanno, che al centro del parco farà da fulcro all’iniziativa, saranno allestiti stand pronti a proporre le migliori specialità. Ci saranno le eccellenze casearie della Latteria montana di Scalve, tra cui la celeberrima Formaggella, la Birra Frera del Birrificio Pagus e le Creste scalvine, una specialità di pasta artigianale. Sono delle mezzelune la cui chiusura posta verso l’alto viene piegata a plissè in modo da evocare lo skyline frastagliato delle cime delle montagne che circondano la Valle di Scalve, tra cui il massiccio della Presolana, il Pizzo Tornello, il Cimon della Bagozza e il Pizzo Camino. L’arte culinaria della valle verrà proposta attraverso lo stand De Gustibus e con Morelfungo, con funghi e prodotti del sottobosco.

Ad assicurare animazione per visitatori e famiglie ci saranno il gruppo culturale “Le Bugade”, con dimostrazioni della filatura della lana e canti tipici, insieme alle creazioni di Manuela (laboratorio con gerli e cestini), Roberta e Maurizio (oggettistica in legno e creazioni in stoffa), Matteo (lavorazione del legno con motosega), Alberto (pirografia su legno), Dany (borse fatte a mano), Maria Teresa (gnomi e berrette), Doris (prodotti in legno), Carla (berrette di lana) e Marianna (tessitura manuale di lino e cotone).

Correlati

Ciamà l'erba nelle valli lombarde

"Ciamà l'erba" nelle valli lombarde

Tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo si celebra l'antico rituale di origini contadine di "risveglio" della natura; ma forse è ...

Articolo
Libri e cultura in quota sul monte Vaccaro

Libri e cultura in quota sul monte Vaccaro

Una "bibliobaita" a 1.600 metri di altitudine ospiterà libri ed eventi per diffondere il patrimonio della cultura di montagna.A Parre, in una delle ...

Articolo
WaterWeek, sguardo al futuro

WaterWeek, sguardo al futuro

Dalla sorgente, dove tutto ha inizio, alle sfide imposte dai mutamenti climatici. Un cammino educativo e conoscitivo sulle sfide che riguardano tutti: dagli addetti ai ...

Articolo
Orobie Extra all'ombra dei Corni di Canzo

Orobie Extra all'ombra dei Corni di Canzo

A Orobie Extra incontriamo il fotografo Federico Raiser. Federico Raiser, sul numero di febbraio della rivista, firma i servizi dedicati alla Val di Mello ...

Articolo