Lago di Piano, sulle tracce degli animali selvatici

Una nuova stagione di eventi nella Riserva Lago di Piano.

A cominciare dall’esperienza del monitoraggio notturno di animali selvatici, a bordo della jeep del parco, nelle serate di martedì 14 marzo, 23 maggio, 24 ottobre e 21 novembre. Il 25 marzo si terrà invece “A passo lento: fotografia in cammino”, una lezione di “filosofia della fotografia” condotta da Nicola Vicini, a cui sarà possibile iscriversi entro il 20 marzo al numero: 338/6358995.

Sabato 1 aprile i visitatori sono invitati a collaborare con il guardiaparco alla posa di fascine che permetteranno la riproduzione e la protezione dei piccoli del pesce persico reale.

Nelle serate di giovedì 13, 20 e 27 aprile sono in programma gli incontri di “Attenti al verde”, organizzati dalla naturalista Anna Bocchietti e dedicati alla scelta, alla cura e al mantenimento delle piante da interno. Sempre ad aprile, nei pomeriggi di mercoledì 5, 12, 19 e 26, ci sarà un corso base di disegno naturalistico, allestito dall’associazione Lario Ars, per imparare a disegnare e dipingere la flora e la fauna sul campo.

Sono in programma inoltre immersioni forestali, un’esperienza multisensoriale di connessione profonda con se stessi e con la natura, nelle domeniche di 21 maggio, 18 giugno, 16 luglio e 10 settembre, e una lucciolata la sera di sabato 3 giugno, con l’accompagnamento di arpe e chitarre e la possibilità di gustare una calda tisana all’arrivo.

Dal 30 luglio al 3 settembre sarà visitabile nella Casa della Riserva (Via Statale Regina, 1561, Carlazzo CO) la mostra “Il ritorno dei grandi predatori sulle Alpi”, dedicata a orso, lince, lupo e sciacallo dorato. Domenica 27 agosto si potrà invece assistere alla liberazione degli animali selvatici curati e riabilitati. Dal 15 settembre al 15 ottobre tornano anche le escursioni nella stagione del bramito del cervo.

Venerdì 27 ottobre si terrà una video lezione ed escursione su come riconoscere e ascoltare i rapaci notturni, mentre sabato 2 e domenica 3 settembre si potrà imparare a riconoscerne le tracce.

Da marzo a ottobre c’è inoltre la possibilità di fare escursioni e visite guidate nella Riserva e anche al borgo medievale di Castel San Pietro e al Museo per la vinificazione.

Per i più piccoli ci sono laboratori didattici come “Gli animali non mangiano pastasciutta”, tenuto dalla naturalista Manuela Mariani domenica 2 aprile, e gli incontri di Forest Bathing nei pomeriggi di mercoledì 19 aprile, 21 giugno e 6 settembre.

Per qualsiasi informazione è possibile contattare il numero: 0344/74961

Correlati

Attenzione alle zecche: i consigli delle Guide Alpine

Attenzione alle zecche: i consigli delle...

L’arrivo della bella stagione significa caldo e passeggiate all’aria aperta, ma anche un aumento dei rischi legati alle zecche.Le Guide alpine hanno ...

Articolo
Cascate, rifugi e sentieri: arriva l'estate!

Cascate, rifugi e sentieri: arriva l'estate!

Con uno degli eventi più attesi - l'apertura delle Cascate del Serio - diamo il via a un weekend che speriamo finalmente estivo. Sono tante le ...

Articolo
Giugno, parte l'estate di Orobie

Giugno, parte l'estate di Orobie

Rifugi, alpinismo, escursioni e arte. Sono questi gli "ingredienti" del numero di Orobie a giugnoProtagonisti della copertina e delle prime pagine del nuovo ...

Articolo
Escursioni lungo la via del Moscato

Escursioni lungo la via del Moscato

Il Moscato di Scanzo è la più piccola Docg d'Italia: un'eccellenza enologica che nasce in un territorio - quello di Scanzorosciate - altrettanto di pregio ...

Evento