Itinerario E

MONTE GENEROSO

  • Escursionismo
17 Maggio 2015 / 00:00
0
0
776
Scritto da piera martignoni
Itinerario

MONTE GENEROSO

17 Maggio 2015/ 00:00
0
0
776
Scritto da piera martignoni
Itinerario

MONTE GENEROSO

17 Maggio 2015/ 00:00
0
0
776
Scritto da piera martignoni

Il percorso

Monte Generoso Il monte Generoso è un punto panoramico di prim’ordine delle nostre Prealpi. Nelle giornate limpide la vista spazia dagli Appennini al Monviso, alle Alpi Vallesane, all’Oberland Bernese, alle Alpi Retiche, alle Grigne e al Resegone senza dimenticare i laghi. Al pari del Mottarone e del Campo dei Fiori la vetta può essere raggiunta comodamente con pochi minuti di cammino, utilizzando in questo caso la ferrovia (chiusa fino al 2016 per importanti lavori), ma gli escursionisti hanno solo l’imbarazzo della scelta, perché la rete di sentieri che risalgono le sue pendici è molto fitta e variegata. Gli itinerari che prendono avvio dalla stazione intermedia della ferrovia di Bellavista o dall’Alpe di Orimento sono sicuramente i più brevi e frequentati, ma anche da Rovio e da Arogno nel basso Mendrisiotto, da Erbonne in Val d’Intelvi, piuttosto che da Scudellate o da Roncapiano in Val di Muggio dipartono sentieri più impegnativi per dislivello e ripidezza. Domenica ho raggiunto la cima del Generoso da Scudellate, piccolo abitato alla testata della Val di Muggio, in territorio svizzero e con un giro ad anello sono rientrata al punto di partenza passando sul versante italiano per l’Alpe di Orimento ed Erbonne. Il percorso di salita, alquanto diretto, offre ampie vedute sulla sottostante Val di Muggio ed in questa stagione permette di godere tutte le gradazioni di verde ed un tripudio di fioriture, dai crocus, ai narcisi, alle peonie, agli asfodeli. Le frazioni e gli alpeggi incontrati sul percorso testimoniano quanto siano state abitate e sfruttate le pendici del Monte Generoso fino al secondo dopoguerra. I cippi di confine e le postazioni di guardia raccontano invece storie di contrabbando. Un aereo ponte ciclo-pedonale, inaugurato nel 2005, che supera il precipizio sul torrente Breggia collegando il piccolo nucleo di Erbonne (Italia) con quello di Scudellate (Svizzera), ha dato un nuovo impulso turistico ai due abitati.