Itinerario OC

In valle di Viso fino al rifugio Bozzi

  • Attività in bici
  • 4 ore
18 Maggio 2018 / 11:00
0
0
4781
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

In valle di Viso fino al rifugio Bozzi

18 Maggio 2018/ 11:00
0
0
4781
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

In valle di Viso fino al rifugio Bozzi

18 Maggio 2018/ 11:00
0
0
4781
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

Nel comprensorio dell’Adamello, nella zona di Ponte di Legno (Brescia) con la mountain bike. Piste, itinerari e sentieri per gli appassionati delle due ruote sui luoghi della Grande guerra, salendo alla conca del Montozzo, in valle di Viso. È la proposta che fa la rivista Orobie nel numero di maggio 2018, affidandosi a un esperto del settore, il biker Giulio Masperi.

Quella pubblicata sul mensile è una bella escursione tra la natura e la storia che arricchiscono i tracciati dell’alta Valle Camonica, dal percorso di dowhill al museo e al villaggio degli alpini. Una proposta che è comunque per biker allenati, impegnativa per lunghezza e dislivello, ma che nessuno vieta di percorrere eventualmente a piediTra le tante proposte per le due ruote del comprensorio dell’Adamello, Giulio Masperi per i lettori di Orobie ha scelto l’itinerario «Camos», il numero 7.

Partenza nel centro di Ponte di Legno (1.257 metri), si attraversano le frazioni Zoanno e Precasaglio. Risaliamo la strada del Gavia fino alla località Santa Apollonia, dove si imbocca la sterrata che, attraverso il pianoro di Case di Giuoco, porta alla frazione di Pezzo (1.565 metri). Superata la chiesa, la direzione è quella di Case di Viso (1.754 metri), lungo la caratteristica mulattiera militare che richiede l’attraversamento del ponte Martinoli.

Da Case di Viso comincia la parte più impegnativa della salita, sulla strada militare che conduce al rifugio Bozzi (2.478 metri). Le pendenze in alcuni tratti mettono a dura prova, ma il fondo è sempre compatto e la via è ampia e mai pericolosa. Al rifugio arriviamo, dopo 16 chilometri, in circa 2,30 ore.

Non mancano le alternative per la discesa. Quella che abbiamo seguito ripercorre la strada militare per circa 300 metri, fino a imboccare il sentiero Cai numero 2. Incontriamo un single track di 4 chilometri che porta al dosso di Meda e si continua a mezzacosta per altri 3 chilometri fin sotto cima Le Sorti (2.327 metri). Qui alcuni ripidi tornanti fanno perdere quota raggiungendo il bivio con il sentiero di Vescasa. Proseguendo verso est la strada forestale permette di arrivare ai prati del passo del Tonale e si rientra a Ponte di Legno lungo la vecchia sterrata del Tonale che tocca Vescasa Alta e Talasso.

Altra soluzione per il rientro è quella che, dal dosso di Meda, segue la ripida discesa su sentiero erboso e raggiunge la pista forestale che si immette nella strada della «Tonalina» portando a Talasso. Soltanto per molto esperti è invece la salita al passo dei Contrabbandieri (2.681 metri) dal rifugio Bozzi per il sentiero numero 111. Richiede anche il trasporto in spalla della mountain bike. Raggiunta la malga Valbiolo (2.244 metri), si arriva al nuovo bike park che scende al Tonale.

Sulla rivista Orobie di maggio 2018, oltre alla descrizione dell’itinerario, anche curiosità e informazioni sulla natura e la storia in questa zona del Parco dello Stelvio.