Itinerario E

Ai piedi di cima Piazzi

  • Escursionismo
  • 7 ore
13 Luglio 2018 / 13:30
0
0
5624
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Ai piedi di cima Piazzi

13 Luglio 2018/ 13:30
0
0
5624
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Ai piedi di cima Piazzi

13 Luglio 2018/ 13:30
0
0
5624
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

Tra le montagne della Valtellina, ai piedi della parete nord di cima Piazzi. Il trekking «Emozioni con la tenda» che accompagna nel 2018, ogni mese, i lettori della rivista Orobie, a luglio è stato dedicato alla val Cardonè e alla val LiaQuella proposta da Ruggero Meles, con le fotografie di Paolo Ortelli, è un’escursione in questi luoghi affascinanti insieme ai casari Giacomelli, da una vita tra queste montagne. La loro infatti è una passione pura per la natura e per gli animali che viene tramandata da una generazione all’altra e che continua.

Ma, per prima cosa, portiamoci sul posto con l’auto. Superiamo Bormio (Sondrio) e, dopo un decina di chilometri, arrivati alle porte di Isolaccia (comune di Valdidentro), prima di attraversare il ponte sul torrente Viola svoltiamo a sinistra e raggiungiamo il campo sportivo, dove è possibile parcheggiare la macchina. Acquistando un ticket si può invece proseguire con l’auto fino in località Pian di Astele, nei pressi della Madonna di Presedont (1.760 metri). 

Oltrepassiamo quest’ultima incamminandoci su una strada carrozzabile. A un primo bivio continuiamo a destra, inizialmente in leggera discesa, verso la val Cardonè, salendo fino alle baite omonime a 1.986 metri. Le indicazioni da seguire sono quelle per i bivacchi Ferrario e Cantoni.

Oltrepassato il bosco del Conte, attorno ai 2.200 metri, il sentiero piega a sinistra e si giunge in breve al bivacco Ferrario (2.450 metri). Ci ritroviamo in una magnifica zona di laghetti e torrenti alimentati dallo scioglimento dei ghiacciai della cima di Piazzi.

La segnaletica indica il bivacco Cantoni. Si raggiunge prima una sella a 2.460 metri, che separa la val Cardonè dalla val Lia. Da qui, in circa 40 minuti, salendo una ripida pietraia si arriva al bivacco Cantoni (2.625 metri) ai piedi della parete nord della cima di Piazzi. Si ridiscende alla sella dal medesimo tracciato e percorrendo un facile sentiero in cresta, ben indicato, ci si dirige verso la val Lia e l’alpe Boron. Dopo una traversata panoramica il sentiero perde decisamente quota fino all’alpe. Qualche difficoltà potrebbe essere incontrata nell’attraversare il torrente che immette alla piana attorno ai 2.115 metri. Meglio seguire le indicazioni di un sentiero che si innalza sulla sinistra portando a un ponticello.

Superato il corso d’acqua si è all’alpe Boron (2.057 metri) da dove, in circa 1,40 ore su comoda strada carrozzabile, si torna al parcheggio dove è stata lasciata l’auto, chiudendo così il bellissimo percorso ad anello.

Si tratta di un itinerario di media difficoltà, della lunghezza di 13 chilometri, che può essere coperto in circa sette ore.