Itinerario T

Un anello panoramico sul Tracciolino

  • Escursionismo
  • 8 ore
26 Ottobre 2018 / 10:30
3
1
2013
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Un anello panoramico sul Tracciolino

26 Ottobre 2018/ 10:30
3
1
2013
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Un anello panoramico sul Tracciolino

26 Ottobre 2018/ 10:30
3
1
2013
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

La meta è in Valtellina, seguendo l’itinerario che la rivista Orobie ha proposto nel numero di ottobre 2018 per il trekking della serie «Emozioni con la tenda». Maria Cristina Brambilla e il fotografo Pietro Bagnara sono stati accompagnati da Giorgio Farina, volontario comasco del Corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico, lungo il sentiero del Tracciolino, dalla Valle dei Ratti alla Val Codera. Un’escursione tra ambienti molto diversi, a tu per tu con uno degli operatori sempre pronti a intervenire in caso di necessità.

Il giro è ad anello e dalla Valle dei Ratti ci porta ad affacciarci sulla Val Codera, appunto attraverso l’affascinante percorso del Tracciolino, per poi tornare al punto di partenza passando dalla forcella di Frasnedo. Possiamo partire dall’abitato di Verceia, lasciando l’auto al termine di via San Francesco (206 metri) e imboccare via XXV Aprile, dove parte il sentiero che sale verso Frasnedo e il Tracciolino. In alternativa possiamo munirci di permesso di transito giornaliero, acquistabile nei bar della zona o negli uffici comunali di Verceia, e procedere in auto sulla strada sterrata Vico-Motta fino al piccolo parcheggio a 920 metri di quota.

Qui incontriamo subito i binari del Tracciolino e ci immettiamo verso sinistra nel suo percorso pianeggiante fatto di panorami e gallerie. Terminate le rotaie rimaniamo ancora sul tracciato e, poco dopo aver superato la deviazione per il borgo di San Giorgio (la cui visita è interessante, ma allungherebbe il percorso di un’ora), prestiamo molta attenzione a imboccare il sentiero che sale ripido a destra nella Valle del Revelaso

Procedendo dritti si raggiungerebbe invece il sentiero che porta all’abitato di Cola, deviazione che in questa occasione abbiamo fatto.

Il bivio è poco visibile, non ci sono paline con indicazioni, ma soltanto la targa triangolare del sentiero «Life» che scorgiamo su una roccia. Il sentiero che risale la valle del Revelaso è il tratto più impegnativo, poco battuto, però sempre segnalato dai bolli bianco-rossi e in alcuni punti è attrezzato con catene.

Raggiunta la forcella di Frasnedo (1.662 metri) ci riaffacciamo sulla Valle dei Ratti e scendiamo verso il borgo di Frasnedo. Pieghiamo a sinistra passando dal rifugio e procediamo verso est. Seguendo il sentiero attraversiamo poi il fondovalle e passiamo sul versante sud continuando fino ad avvistare la diga di Moledana. Utilizzando la passerella di quest’ultima torniamo così, sul percorso del Tracciolino, al punto di partenza.


Commenti

giovanni algeri 11 mesi, 3 settimane

Tutto ok... skarikato file in GPX ed a veder le foto ci andrei Domani...

  • 1
  • 0
  • giovanni algeri 11 mesi, 3 settimane

    Visto ke mettete anke il file in formato GPX sarebbe bello anke riuscire a skarikarlo .. me o proát in tute i manere ma ga rie mia.. fatemi kapire dove sbaglio... nb.. anke kon il PC e IMPOSSIBILE.. Grazie da Giovanni

  • Redazione Orobie 11 mesi, 3 settimane

    Buongiorno. I nostri tecnici stanno lavorando per risolvere il problema. Ci scusiamo per il disguido.

  • 1
  • 0