Itinerario MC

Pavia, pedalata per tutti

  • Attività in bici
  • 3 ore
04 Gennaio 2019 / 10:30
0
0
703
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Pavia, pedalata per tutti

04 Gennaio 2019/ 10:30
0
0
703
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Pavia, pedalata per tutti

04 Gennaio 2019/ 10:30
0
0
703
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

Alla scoperta della Lombardia utilizzando il treno e gli altri mezzi pubblici, per poi muoversi a piedi o con la bicicletta. Un turismo, insomma, all'insegna della mobilità dolce. È la proposta che la rivista Orobie ha deciso di sviluppare nel corso del 2019 e che vede la prima uscita sul numero di gennaio. Si comincia da Pavia

Guarda anche la video-mappa realizzata in collaborazione con Relive:

Con la collaborazione di Gianfranco Ubbiali di Orobike - mountain bike adventures, guida di mtb (qui l'intervista di Orobie Extra), compiamo prima un tour nei principali monumenti della città e poi (ma su questo dedichiamo un ulteriore itinerario) lungo il Ticino, fino al ponte di barche di Bereguardo e ritorno.

La rivista Orobie è stata accompagnata in questo giro turistico di Pavia in bicicletta da Riccardo Bernasconi, promotore culturale e oste del caffè letterario Sottovento in via Comi, impegnato in varie proposte, come mostre e altre attività.

Guarda le interviste!

Cominciamo quindi dalla visita al centro storico di Pavia, la città dei longobardi, delle torri medievali, dell’università e delle basiliche. Partiamo dalla stazione ferroviaria, dove giungiamo in treno, chi con la bici al seguito da casa e chi senza, perché la noleggerà sul posto. Dalla stazione ci dirigiamo verso il primo monumento che abbiamo scelto, vale a dire la basilica di San Pietro in Ciel d’oro, con l’arca che contiene le spoglie mortali di Sant'Agostino

Ci spostiamo quindi al Castello visconteo, sede anche dei musei civici. Muovendoci lungo i corsi, le vie e i vicoli passiamo all'università e transitiamo proprio sotto le tre alte torri, tra le ultime rimaste delle tantissime fatte costruire dalle famiglie più potenti nel Medioevo. Visitiamo il duomo e piazza Vittoria, per fare poi tappa prima alla basilica di San Michele maggiore e a quella di San Teodoro.

Ci spingiamo ora fino al simbolo di Pavia, il ponte coperto, attraverso il quale raggiungiamo il suggestivo Borgo Ticino, sull'altra sponda del fiume, dove ci sono diverse trattorie e, quindi, al parco dell’area Vul, con possibilità di picnic. Facciamo ritorno alla stazione ferroviaria oppure proseguiamo il tour come dagli itinerari nella natura, lungo il Ticino, da scoprire sempre su orobie.it

Il percorso urbano che abbiamo seguito, di bassa difficoltà e accessibile a tutti, si sviluppa su circa 7,5 chilometri e, calcolando anche le visite veloci nei principali monumenti, è stimato un tempo di circa tre ore.