Itinerario T

Ad ammirare l’orrido di Nesso

  • Escursionismo
  • 2 ore
09 Agosto 2019 / 11:00
0
2
1966
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Ad ammirare l’orrido di Nesso

09 Agosto 2019/ 11:00
0
2
1966
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Ad ammirare l’orrido di Nesso

09 Agosto 2019/ 11:00
0
2
1966
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

L’orrido di Nesso, sul lago di Como, è uno dei pochi luoghi del Lario descritti nel Codice atlantico da Leonardo da Vinci, di cui ricorrono i 500 anni dalla morte. «Terra dove cade uno fiume con grande empito», scriveva il Genio. Proprio sulle tracce di questa descrizione la rivista Orobie di agosto 2019 racconta lo stupore, non soltanto leonardesco, davanti alla bellezza del luogo. Il canyon, da poco ripulito e illuminato, è un incanto per i visitatori, che il mensile invita a scoprire in un itinerario che si sviluppa dal ponte della Civera a quello della valle del Nosee, accompagnati sempre dall’acqua. Le fotografie sono di Paolo Ortelli.

Raggiungiamo Nesso con il servizio pubblico della Navigazione, ma occorre controllare bene gli orari di battelli e motonavi, perché cambiano a seconda della stagione e non tutte le corse fermano nel piccolo molo della località turistica. Attraverso i mezzi pubblici Nesso è collegato a Como, Bellagio, Menaggio e Colico.

Dall’attracco in poco tempo si può raggiungere, per vicoli e scalette, il ponte della Civera, antico collegamento forse di epoca romana tra la frazione di Coatesa e Riva del Castello. Lì sorgono edifici che erano adibiti alle attività produttive e che sfruttavano l’energia dell’acqua, come mulini, magli, torchi, oltre a cartiere e stabilimenti per la lavorazione della seta. Nei pressi del molo c’è uno spettacolare giardino a terrazze, tipico del lago di Como, i cui proprietari, la famiglia di Paolo Ferrario, quando possono sono ben contenti di mostrare ai visitatori.

Iniziamo la salita di questo percorso caratterizzato dall’acqua. Non soltanto quella del lago, ma pure quella dei torrenti Tuf e Nosee, alla cui confluenza nasce la cascata dell’orrido, prima di finire nel Lario

Quasi 300 gradini separano la parte bassa del paese e piazza Castello, lungo la strada provinciale 583 che da Como conduce a Bellagio. Dal cavalcavia si ammira dall’alto l’orrido, ora in tutta la sua bellezza dopo i lavori compiuti dal Comune nella primavera del 2019.

Ancora in ascesa, dalla via Salita municipio, tratto dell'antica Strada regia, ci addentriamo nel centro storico, seguendo via della Castagna e a grandi linee il corso del torrente Tuf

In località Crocetta una piccola scultura in pietra raffigura la Madonna con Gesù Bambino e da lì inizia la via Nosee che ci condurrà fino al ponte della valle di Nosee.

L’area verde, attrezzata per il picnic, si presta a momenti di relax, anche grazie alla pozza d’acqua vicina, un tempo più profonda, per la gioia dei bagnanti in cerca di un po’ di fresco. L’itinerario è facile e, seppure in salita, può essere affrontato con le giuste pause per ammirare il paesaggio e gli scorci unici.

Guarda anche il video di Davide Comelli realizzato nell'ambito della Passeggiata creativa che si è svolta a Nesso.