Itinerario E

Da Valbondione al lago di Coca

  • Escursionismo
  • 3 ore 30 minuti
21 Agosto 2020 / 12:15
1
2
5739
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Da Valbondione al lago di Coca

21 Agosto 2020/ 12:15
1
2
5739
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Da Valbondione al lago di Coca

21 Agosto 2020/ 12:15
1
2
5739
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

«Tra le stelle di San Lorenzo» è il titolo del reportage che Claudio Ranza, autore dei testi e delle fotografie, propone sul numero di agosto 2020 della rivista Orobie. Racconta di una notte irripetibile a oltre 3.000 metri di quota per immortalare lo sciame meteorico delle Perseidi sul pizzo Coca, all’estremità superiore della bergamasca Valle Seriana, il balcone più alto delle Orobie. Ranza ha vissuto questa esperienza da solo, in compagnia del fedele cane Lilly, immerso in uno spettacolo indescrivibile e in un rincorrersi di emozioni: dall’ora d’oro a quella blu, fino all’incanto dei colori dell’aurora.

Ecco il video realizzato da Claudio Ranza:

Raggiungere il rifugio Mario Merelli al Coca e poi fare un giro fino al lago omonimo è una delle escursioni estive classiche tra queste montagne. Trovato parcheggio in una delle aree di sosta di Valbondione ci incamminiamo fino a oltrepassare la frazione Sambughera (937 metri di altitudine). 

È da qui, dove troviamo eventualmente qualche altro spazio per lasciare i mezzi, che si snoda il nostro itinerario

Ci abbassiamo davvero di poco per superare il fiume Serio su un ponticello e cominciamo a salire, per il ripido versante boscoso, seguendo il tracciato che disegna continui tornanti. Siamo sul sentiero 301, che prende quota con decisione e ci conduce al rifugio Merelli al Coca (1.892 metri). Rassegniamoci: è un percorso di pura salita, dentro e fuori dal bosco.

Al termine di quest’ultimo attraversiamo il torrente e, sempre su pendenza sostenuta e affiancati da alcune protezioni, avanziamo ammirando il rifugio sopra di noi. Ci lasciamo alle spalle anche un piccolo invaso dell’Enel e dopo un ultimo, breve, ma ancora impegnativo zigzag eccoci alla bella casa alpina. È posta su uno sperone roccioso dominante il territorio di Valbondione. Per arrivarci sono state necessarie circa 2,30 ore di cammino. Inevitabile una sosta ristoratrice, ma decidiamo di proseguire per raggiungere il lago di Coca (2.108 metri) percorrendo la valle ai piedi delle vette più alte delle Orobie. In questo tratto si sovrappongono i segnavia 325 e 302.

In poco meno di un’ora possiamo godere dello straordinario ambiente che caratterizza la riva del bel laghetto alpino, adagiato nella conca dominata dal pizzo di Coca (3.050 metri). È da qui che si sviluppano i tracciati alpinistici per il pizzo omonimo (segnavia 323 fino alla bocchetta del Camoscio), per il passo di Coca (segnavia 325) e per la forcella Ol Simal (segnavia 302) in direzione del rifugio Baroni al Brunone.

Ecco alcune fotografie di Claudio Ranza pubblicate sulla rivista Orobie di agosto 2020.

Ed ecco il compagno Lilly: