Itinerario E

Al Lago Branchino

  • Escursionismo
  • 1 ore 50 minuti
15 Luglio 2021 / 16:25
0
0
1401
Scritto da Alberto Vacchi
Fotografie di Alberto Vacchi
Itinerario

Al Lago Branchino

15 Luglio 2021/ 16:25
0
0
1401
Scritto da Alberto Vacchi
Fotografie di Alberto Vacchi
Itinerario

Al Lago Branchino

15 Luglio 2021/ 16:25
0
0
1401
Scritto da Alberto Vacchi
Fotografie di Alberto Vacchi

Il percorso

Tra le valli Seriana e Brembana, nelle Prealpi Orobie, si trova un interessante laghetto della superficie di circa un ettaro: il lago Branchino. Lo si raggiunge facilmente da Milano o da Bergamo seguendo per la Val Seriana e percorrendola quasi fino alla fine. Si seguirà poi l'indicazione per Ardesio, quindi per Valcanale. Superato l'abitato di Valcanale, in località Babes, c'è un ampio parcheggio alla sinistra subito prima di un laghetto artificiale (m. 1050). Con qualche euro è possibile lasciare l'auto e incamminarsi lungo la carrozzabile asfaltata. Incontreremo uno slargo e una sbarra da dove parte il nostro sentiero (siamo a 1120 m di quota). Non ci sbagliamo seguiamo il sentiero e le indicazioni per il rifugio Alpe Corte che si può raggiungere in circa 50 minuti di cammino. Dopo qualche tornante tra boschi ombreggiati un piccolo sentiero si stacca sulla sinistra con l'indicazione "Lago Branchino". Sarà così facile seguire il percorso, dapprima quasi in piano, attraversando il bel torrente Acquolina. Il cammino continua lasciandoci vedere qualche scorcio tra gli alberi fino ad una progressiva riduzione della copertura arborea che lascia spazio a qualche arbusto e ai pascoli. Il sentiero diventa sempre più impervio ma non difficile da percorrere. Raggiungiamo una bacheca con un cartellone che mostra una cartina della zona e parla dell'Alpe Neel e un bivio dove i segnavia indicano davanti con il sentiero 218: Baite Alpe Neel, Rif. del Lago Branchino a ore 0.50, Passo Branchino; a sinistra con il sentiero 266: Baita G.A.N. a ore 0.25, Baita Piazza bassa a ore 0.40, Baita Piazza alta a ore 0.45; dietro con il sentiero 218: Rif. Alpe Corte a ore 0.15, Valcanale a ore 1. Subito dopo su di una pietra, frecce e segnavia sintetizzano gli stessi percorsi. Un cartello parla delle "Farfalle degli arbusteti". 

Pochi passi più avanti c'è l'Alpe Nevel Bassa (m. 1563). La baita ben ristrutturata è circondata da una staccionata all'interno della quale ci sono un tavolone in legno con relative panche e un barbecue. All'esterno della recinzione due pannelli recano dei cartelli che parlano dell'Alpe Nevel e della transumanza. Davanti in alto vediamo il Rifugio Branchino. Il cammino continua tra prati  e qualche pietra. Poi in salita raggiungiamo la Baita Neel di Mezzo (m. 1613). Anche questa baita è circondata da una staccionata  e al suo interno ci sono tre tavoloni di legno con relative panche mentre all'esterno c'è una fontana. E' possibile acquistare i formaggi e i salumi locali. Infatti si possono osservare galline, capre e mucche nei dintorni. Raggiungiamo una bacheca con una cartina della zona. Un cartello informa se il rifugio è chiuso o aperto (m. 1790). Davanti c'è il Lago Branchino. Giriamo a destra e poco dopo arriviamo al rifugio.

Tempo impiegato: ore 1.50 

ESCURSIONI PARTENDO DAL RIFUGIO:

al Rifugio Alpe Corte (sentiero 218) in ore 0.50

al Rifugio Capanna 2000 (sentiero 222)

al Rifugio Saba (sentiero 222) in ore 1.40

Coordinate Geo: 45°57'04.70"N9°48'15.00"E