Itinerario MS

Da Scöccia all’Alpe Piazza

  • Scialpinismo
  • 1 ore 30 minuti
10 Dicembre 2021 / 10:30
0
2
1471
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Da Scöccia all’Alpe Piazza

10 Dicembre 2021/ 10:30
0
2
1471
Scritto da Redazione Orobie
Itinerario

Da Scöccia all’Alpe Piazza

10 Dicembre 2021/ 10:30
0
2
1471
Scritto da Redazione Orobie

Il percorso

Continua anche quest’anno, sulla rivista Orobie, la presentazione dei rifugi lombardi che rimangono aperti pure durante l’inverno. La prima puntata, sul numero di dicembre 2021, curata da Massimo Sonzogni con le fotografie di Roberto Ganassa, è dedicata al rifugio Alpe Piazza (info: https://rifugioalpepiazza.it; tel. 338.4647620), in Valtellina. Il lavoro e l’amore per i monti di Albaredo per San Marco hanno portato Nadia Cavallo, milanese, a gestire la struttura.

Quello proposto è un piacevole itinerario adatto a tutti, appunto anche d’inverno, che nella valle del Bitto di Albaredo consente di raggiungere i 1.835 metri del rifugio Alpe Piazza.

L'itinerario nell'animazione di Relive:

Da Morbegno si imbocca la strada provinciale 8 in direzione del passo San Marco. Ci lasciamo alle spalle il paese di Albaredo per San Marco e continuiamo fino alla località Scöccia, dove la carreggiata viene chiusa alla circolazione nella stagione fredda. Ci troviamo a questo punto poco sotto il maggengo da cui l’area prende il nome e cerchiamo parcheggio lungo il ciglio della provinciale.

Da qui si snoda la carrozzabile che in estate conduce alle baite dei Cornelli (che si trovano a 1.740 metri di altitudine). Il tracciato innevato, non difficile, offre la possibilità di prendere quota a piedi, utilizzando ciaspole o ramponcini, oppure con gli sci di alpinismo. Nel primo caso saliamo in modo più diretto dalla mulattiera che tocca i maggenghi della zona: Scöccia (1.445), Corte Grassa (1.530), Corte Grande (1.620) e Baitridana (1.715). A guidarci è il segnavia numero 132. Guadagnando altitudine il panorama si apre e dalla valle del Bitto, attraversata dalla storica via Priula, la vista spazia sulla costiera dei Cech, sulla bassa Valtellina e sulla Riserva naturale del Pian di Spagna.

Volendo invece utilizzare gli sci di alpinismo, nella parte iniziale è possibile seguire la comoda carrozzabile per le baite dei Cornelli. L’itinerario si sviluppa in modo dolce nel bosco. In questo caso dopo il secondo tornante, attorno ai 1.520 metri di altitudine, sulla destra si stacca il sentiero che indirizza verso gli alpeggi Corte Grassa e Corte Grande, ricollegandosi al percorso 132.

Proseguendo, l’avvicinamento al "Rifugio d’inverno" è un suggestivo alternarsi di bosco e pascoli. Raggiungere la casa alpina significa inoltre addentrarsi nella realtà dell’allevamento e della produzione casearia protagonista, nella bella stagione, con i formaggi bitto e matüsc. Non a caso l’area è un intricarsi di proposte escursionistiche, come la via degli Alpeggi del bitto, con cui l’Ecomuseo di Albaredo, che comprende pure il rifugio Alpe Piazza, intende valorizzare il territorio.

Centinaia di escursioni proposte da Orobie. Per scoprirle clicca su: Itinerari. Oppure scarica sullo smartphone l'app gratuita Orobie Active.