x

Utilizza collega per associare tra loro i tuoi contenuti, per esempio:

  • una photogallery alla gita o all'itinerario
  • un evento in agenda al link del sito dell'organizzatore

FERRATA GAMMA1 AL PIZZO D'ERNA

Pratenza all'alba (ca. ore 6,00) dal parcheggio della funivia per risalire "a braccia" i 700 m. di dislivello (ca.) che attraverso la ferrata gamma1 portano al Pizzo d'Erna.
L'idea sarebbe stata quella di "concatenare" (termine più che appropriato) le due ferrate Gamma1 e Gamma2 ma gli "acciacchi" già alla partenza di due dei tre partecipanti ci fanno desistere dal proseguire "per catene" e così raggiungiamo la vetta del Resegone passando per il Canalone Bobbio.
Uno spuntino in cima e subito discesa verso la stazione della funivia per la "Val Caldera" e il "passo del Giuff".
Arriviamo all'auto alle 12,30 dove una freschissima birra al bar della funivia ci attende!

Commenti

ema.ale.musitelli

bellissima esperienza e molto belli i primi piani ai fiori e allo scarabeo ? vedo che fortunatamente le strutture sono state rinnovate ,quando l' avevo fatta io ,anni fa' , le scale erano in ferro e sembrava che si staccassero dalla parete da un momento all' altro specialmente sul primo tratto di dislivello pressoche' verticale ,di fatto me la ricordo ancora bene ,anche io comunque avevo affrontato solo la prima ferrata ciao (comunque e' una buona scuola per saggiare le vertigini in sicurezza

Commenti

mamobaco

Ciao Emanuele, credo che come dici tu la scale siano "rinnovate" ma l'impressione (enon solo) di oscillazione e distacco dalla parete non hanno voluto toglierla, sopratutto nella parte finale della via. In realtà a noi interessava solo la seconda parte dato che la prima l'avevamo ripetuta più volte e ci è servita solo per testare le nostre condizioni (da armata Brancaleone) di quel giorno Ciao

Commenti

fotografo.crespi

Cattivik: tutti i miei insegnamenti alle ortiche! Sovraesposte, ripetitive, indegne di tutto quanto hai fatto vedere fin'ora! Con quello che ho speso per farti studiare, vai a fare il badilografo? :-D

Commenti

mamobaco

Caro Cattivik...grazie...anche se mi aspettavo solamente la critica sulla ripetitività!...va considerato che NON le ho fatte con una REFLEX ma con una compattina in condizioni di luce e contrasto difficili per cui ho privilegiato i soggetti al cielo! Ciao

Commenti

fotografo.crespi

bravo ragazzo, vedo che non mi hai tradito del tutto ! :-DD

Commenti

fotografo.crespi

Ma le compattine d'oggi danno anche opzioni di correzione manuale. Quella di mia moglie sovraespone quasi di 2 (due) stop, abbiamo ritarato l'esposimetro e adesso va quasi bene... :-)))

Commenti

mamobaco

Si và bene...ma mi ci vedi con il cartoncino grigio neutro in ferrata!????....Ciaooo :-)))

Commenti

agneseeconimo

belle, soprattutto quelle dall'alto, avevo percorso questa ferrata tanti anni fa, e anche parecchie volte, non c'era ancora il ponticello in ferro, la seconda è molto più impegnativa, per me impossibile. fotografare durante una ferrata non è certo semplice, le trovo ben fatte, nelle reflex c'è il tasto per la compensazione dell'esposizione ma non credo su tutte le compatte, comunque complimenti, se fossi ancora in grado la rifarei volentieri, ciao.

Commenti

fotografo.crespi

A parte il fatto che l'esposimetro lo puoi tarare anche il giovedì pomeriggio, l'importante è sapere di quanto sgarra per correre ai ripari. Ma i professionisti lo usano SEMPRE! ED' A4, lo tagli in due e lo appendi al collo con un cordoncino. Anche se è piccolo lo tieni a 20 cm dalla macchina, non a 20 metri! Quando mi son fatto la Grignetta per le copertine dei 33 giri del Coro Grigna, oltre alla gloriosa srt 101 avevo... Il Cartoncino Grigio Neutro!!! :-DDDDDDDDDDD (ed è verissimo!)

Commenti

alper78

Secondo me la maggior parte non sono sovraesposte quindi non credo sia un problema di taratura della macchina, se mai una variabilità di esposizione delle compatte che ogni tanto fanno quello che vogliono. Piuttosto coma fa la 7 a NON essere mossa?

Commenti

alper78

E ovviamente gran bella salita. Ma se voi che avete fatto questo giro in 6 ore avete gli "acciacchi", gli altri (cioè io) che ci mettono tutto il giorno come si dovrebbero sentire? :-(

Commenti

mamobaco

Ciao Alessandro, forsenon ho ben capito la domanda in merito alla foto 7 ma tento ugualmente una risposta: " tanta luce e tempi brevi" ??? Ciao e non buttarti giù che quando andiamo in montagna insieme mi fai sudare!

Commenti

alper78

Sbaglio o la 7 è fatta dal ponte di funi? se ben ricordo sembra di stare su un altalena; anche con tempi brevi è difficile mirare il soggetto da fotografare

Commenti

mamobaco

Si, è il "ponte di funi" ma se guardi bene nella 7 Antonio non è ancora partito poi nella 8 si intravede il "piede tremulo" mentre io che fotografo sono appeso alla "solida" (si fa per dire) scaletta. Ciao

Commenti

fotografo.crespi

Attenzione omonimo, non è che la reflex e come l'aspirina che guarisce tutti i mali tranne la morte. A volte ciccano di più le grosse reflex delle compattine per cui vale SEMPRE il motto Kodak: voi premete il bottone, il resto lo facciamo noi! Nel senso che nella compatta c'è ormai di tutto, manca solo una coltivazione di carciofi o di zucchine... Quindi con poche correzioni fanno foto perfette. Il problema sono le istruzioni, a carattere enciclopedico che scordiamo sempre... :-)))

Commenti

mamobaco

Grazie Maurizio (o cattivik) i tui commenti sono sempre coerenti e preziosi...ma ora dimmi cosa ne pensi dell'ultimo scatto aggiunto! Ciao

Commenti

fotografo.crespi

Ne penso esattamente come per tutte le altre. E' bello come gli altri, la tua visione dell'inquadratura meriterebbe una fotocamera un po' più all'altezza, non necessariamente reflex, c'è la Fuji simil.Leica ad ottiche intercambaibili che è una bomba per la fotografia di montagna, anche la Sony, la Nikon, Canon hanno ottiche dedicate piuttosto compatte e di altissima qualità, hai voglia di spendere con questi chiari di luna? :-(

Commenti

mamobaco

Ciao Maurizio grazie per i suggerimenti!...hai perfettamente ragione per quanto riguarda i "chiari di luna"...io direi che...è peggio che andar di notte!... e senza alcun chiar di luna! Ciao

Commenti

alb.parma

Belle immagini Maurizio, l'adrenalina quando si compiono ferrate di questo tipo è sempre a 1000! Complimenti