Da Avolasio ai piani di Artavaggio

6
2
465

Commenti

Alessandro Guevara Rossi 6 anni, 8 mesi

@ DOMENICO VARENNA in un Nazione Libera com'è l'Italia, la discussione e il confronto, dovrebbe essere il sale della Democrazia. Alle volte, io x primo, che ho un carattere molto impulsivo come il Maurizio, certe volte ho degli scontri con il mio interlocutore. Siccome la ragione e/o il torto, non stanno mai da una parte sola, è sempre meglio, se possibile, venire incontro uno all'altro, per chiudere certe polemiche che diventano anche astiose e inconcludenti. Cmq grazie dell'osservazione, alquanto intelligente.

  • Domenico Varenna 6 anni, 8 mesi

    Innanzitutto complimenti a Francesco per questi scatti ad Artavaggio !!! Cambiando discorso sono colpito da questa immagine " Geovana " nel veder discutere amichevolmente il Crespi col Rossi !!! Ma benvenga se la cosa può portare del bene ed accrescere l'Orobie-sito in maniera sincera !!!

  • Alessandro Guevara Rossi 6 anni, 8 mesi

    Grazie mille Maurizio x gli utilissimi consigli che mi hai dato. So che il mercato dell'elettronica di consumo in genere, offre di tutto e di più. Il problema sta proprio nella scelta giusta secondo le esigenze personali, tenendo anche conto della continua evoluzione di modelli: in pratica quando si acquista l'ultima novità, è già obsoleta. Le politiche di marketing delle aziende sono aggressive x accappararsi il consumatore. Cmq la mia filosofia negli acquisti, dalla casa, automobile, computer è stata da sempre molto selettiva e comparativa. Per cui, mi sono sempre informato, anche x parecchio tempo, per cercare di trovare il meglio x le mie esigenze. Poi ho i miei paletti fissi: non ho mai comprato nessuna cosa a rate. Preferivo aspettare e risparmiare, e comprare cash. Avrò preso da mio Padre, semplice Operaio ma sagace. Infatti diceva "Io debiti non ne faccio, la notte voglio dormire tranquillo". GRAZIE e BUONA DOMENICA (non come quella della nota canzone di VENDITTI, però!).

  • maurizio crespi 6 anni, 8 mesi

    Devo documentarmi in merito, ci sono perfino delle COMPATTE (che NON ti consiglio) che hanno zoom ad ottica fissa con escursione focale da 28 mm a 650 mm !!!!! Ma stanno perdendo terreno nei confronti delle CSC (poco più che compatte ma ad ottica interxcambiabile come le reflex, ho letto ieri il confronto fra Fuji, Nicon, Sony ed altre e Sony fa la parte del leone, pur se le altre se la cavano benissimo. Non ne capisco bene la ragione di esistere percè compatti sono solo i corpi, le ottiche sono bestioni grandi quasi come quelli delle reflex e pesanti in proporzione, ci sono persino gli Zeiss "T" per queste macchine, io starei su una reflex di medio livello, nè professionale nè entry.level, sono poco più ingombranti di una CSC ma molto più versatili (per ora) come funzioni elettroniche. Poi bisogna fare i conti con la tua voglia di fare foto: ricco o povero che tu possa essere se non sei preso dall"insana passione" è inutile che tu butti via la pecunia. Altrimenti puoi spendere 16.000 € solo per il Canon o il Nikon 300 2,8 . M il discorso si farebbe infinito, Canon ha fatto un 400 2,8 con duplicatore incorporato, meglio sorvolare sul prezzo e il peso... Fai il punto della situazione sii più chiaro sullo zoom. Va dene fino a 400, ma la focale minima cosa dovrebbe essere? Senti Renatone (Aldo Ferri, Canon) e qualcuno con Nikon perchè non ci si esaurisce in queste righe. Dovessi acquistare il corredo oggi starei (per la cromaticità più calda) su Canon ma è personale...

  • Alessandro Guevara Rossi 6 anni, 8 mesi

    @ MAURIZIO CRESPI Ti ringrazio x i consigli che mi dai. Ma se vuoi sapere la verità vera, ho incominciato a fotografare nel lontano 1976 con un Canon AE1, con grandangolo Tockina e zoom Vivitar 85/200, e accessori vari: il tutto per circa 3.000.000 Lit. di allora, che rivalutati secondo coefficienti ISTAT equivalgono agli odierni € 15.000,00 circa! Allora e per anni, ho fatto migliaia di DIA, discrete. Nell'ultimo ventennio la passione x la fotografia è andata progressivamendo scemando. Nel 2000 ho acquistato una digitale Canon, poi nel 2005 quella che uso attualamente, sempre Canon. Ma non mi hanno soddisfatto, e d'altronde mi limitavo a fare delle foto di routine. Non si tratta assolutamente di motivi economici (io e mia moglie abbiamo parecchio "fieno in cascina" ), ma mi sono dedicato ad altri hobby come i PC (ne abbiamo 2 molto potenti e costosi) che utilizzo sia come investimenti con le banche online, sia come contabilità famigliare, sia nei blog e nell'informazione. Cmq, ti ringrazio molto per lo stimolo, e visto che sei un esperto in materia, Ti chiedo di consigliarmi una macchina fotogratica con solo zoom intorno a 400 mm circa. Il prezzo max 2.000 €. Così potrei ritornare a fare foto decenti. Ti ringrazio infinitamente x il Tuo consiglio e x la "pulce all'orecchio" che mi hai messo. CIAO!

  • maurizio crespi 6 anni, 8 mesi

    Per Alessandro Rossi: non capisco il tuo incaponirti a bistrattare la tua vecchia Canon che di frecce al suo arco ne ha ancora parecchie, e le tue scarse capacità tecniche che sono tutte da dimostrare: Se è vero che non esistono cattivi violini ma cattivi violinisti, questo non significa che tu appartenga a questa categoria. Per me prima di dichiararti sconfitto (cosa strana col tuo carattere!) e non hai voglia di spendere rivolgiti al mercato dell'usato. Le tue carenze potrebbero essere solo la scarsità del corredo. Per fotografare fiori e insetti possono bastare gli anelli di prolunga, costo irrisorio e resa ottica superlativa: non hanno lenti all'interno, sono solo dei distanziali. Oppure le lenti addizionali (raccomandabilissime le Nikon, ottime ma non regalate, per arrivare poi agli obiettivi specifici, a buon mercato solo se usati. Se ti accessori un poco riguardo al genere di foto che preferisci (panorami, macro, architettura, naturalistica etc) avrai anche tu dei buoni risultati. N.B.: la nota sul tuo carattere si riferisce semplicemente alla perseveranza che hai dimostrato per il conseguimento della laurea.