Classica scialpinistica al Valrossa

0
0
996

Dopo l’impegnativa gita di ieri in Val Seriana per oggi non voglio perdermi la prevista bella giornata.

Mi unisco ai cugini Fuselli che propongono la classica salita al Cabianca con discesa dalla Valrossa che, per loro, è una novità.

La neve è fortunatamente già presente da Carona quindi si parte sci ai piedi e su per la strada fino all’incrocio con il sentiero che porta verso la Valle dei Frati.

Seguiamo la traccia presente e senza particolari problemi raggiungiamo la diga da dove si apre il fantastico vallone dei Frati. Le tracce salgono direttamente in Valrossa e pertanto anche noi le seguiamo. Salita lunga e abbastanza impegnativa che, nella parte finale, ci costringe anche ad indossare i rampanti. Una volta risalito il vallone eccoci al Sole ed ecco aprirsi il meraviglioso panorama a 360 gradi… la foschia della pianura ristagna molto sotto di noi, mentre sopra il cielo limpido fa risaltare la bellezza della neve e delle montagne che ci circondano. Visto l’orario e l’assenza di tracce decidiamo di non proseguire fino al Cabianca, ma di raggiungere la vicina vetta del Valrossa e poi goderci la discesa.

Dopo la pausa di rito ed il cambio assetto ci tuffiamo nel lungo vallone. Nella prima parte troviamo neve dura, poi però è tempo di uno strato di polvere (a tratti un po’ pesante) su fondo duro che ci regala una bellissima sciata fin sotto la diga del Lago dei Frati.

Scendendo la qualità della neve peggiora e bisogna prestare attenzione alle ginocchia.

Breve pausa alla Baita Cabianca e poi di nuovo giù fino ad incrociare la strada che ci riporta alla macchina.