Escursione da Eupilio al Monte Cornizzolo

0
0
650

Vi sono molteplici sentieri che portano in vetta al Monte Cornizzolo ma quello più agevole è quello con partenza ad Eupilio, un piccolo paese del Triangolo Lariano. Con partenza in località Carella di Eupilio, seguo le indicazioni per il Cornizzolo, inoltrandomi in un bosco dove vi si incontra un'ampia area, nei pressi di una trattoria, dove è possibile parcheggiare.

Procedo sempre su strada asfaltata che, abbastanza larga ma con alcuni "strappi" e tornanti, in breve tempo e soprattutto se il meteo lo permetterà offrirà una vista del Lago di Pusiano con la sua famosa Isola dei Cipressi. 

Il percorso vero e proprio incomincia dall'Alpe di Carella in prossimità di una stanga che impedisce l'accesso alle auto. Ci sono molte persone che hanno scelto questa gita: chi accompagnati dai propri figli o chi, semplicemente, con il proprio cane tenuto al guinzaglio.  L'escursione è proprio adatta a tutti: vi sono persone di tutte le età.

Uscito dal bosco la visuale inizia ad aprirsi, e il forte vento di oggi, freddo e fastidioso a tratti, sarà una preziosa risorsa per mantenere il cielo terso e il panorama meraviglioso.

Passato circa 1 ora di cammino costeggio un bel prato colmo di narcisi che sale fino alla cima del Cornizzolo; C'è chi decide di tagliare per una traccia tra di essi, io però continuo sulla strada asfaltata che gira attorno al monte fino al rifugio mantenendo una pendenza regolare.

Ora il percorso continua quasi pianeggiante e si può iniziare a godere la vista sui laghi di Alserio, Pusiano e di Annone, sulla Brianza e con questa giornata tersa è possibile riconoscere in fondo i nuovi grattacieli di Milano. E poi, a sinistra, ecco la sagoma inconfondibile del Resegone.

In men che non si dica arrivo al rifugio Marisa Consiglieri (1050m slm) dove è possibile mangiare, per chi non decide di fare pic nic sul pratone adiacente, recuperando le forze per affrontare la breve salita alla vetta del Monte Cornizzolo.

In neanche 20 minuti ecco la vetta: è di solo 1.240m slm ma vi è un panorama a 360°! Da esso è possibile osservare un tratto del ramo di Lecco del Lago di Como e poi le cime della Valtellina e della Svizzera, il Monte Rai (dove poi andrò), i Corni di Canzo, le Grigne, il Resegone e poi ancora la Brianza e la Pianura Padana fino agli Appennini!