Primavera al Monte Campo, neve al Laghetto di Pietra Quadra e al Bivacco Tre Pizzi il 30 maggio 2019

0
1
303

Primavera al Monte Campo, neve al Laghetto di Pietra Quadra e al Bivacco Tre Pizzi il 30 maggio 2019

PERCORSO

Baite di Mezzeno (1570 m) > Sentiero 217 > Roccolo del Tino (1870 m) > Monte e Baita Monte Campo (1878 m) > Baita dei Tre Pizzi (2116 m) > Laghetto di Pietra Quadra (2100 m)> Bivacco dei Tre Pizzi (2050 m) con ritorno seguendo in senso inverso il sent. CAI 217

Difficoltà: E

Distanza: km 8,2

Dislivello: 605 m

Tempi: ore 4

Attrezzatura: scarponi invernali meglio per passaggi su neve.

Escursione decisa al’ultimo momento, approfittando della prima giornata di bel tempo, dopo giorni di pioggia.

Sono solo per cui scelgo una meta facile ma bella, già collaudata.

Lasciata l’auto al parcheggio della Conca di Mezzeno (1570 m) (raggiunto da Roncobello , ticket di 2€) salgo sul sentiero 217 (Tre Pizzi) al Monte Campo e mi godo lo spettacolo di distese di crocus bianchi e violetti, oltre a quello di altri fiori primaverili.

Uno spasso per la mia macchina fotografica.

Proseguo poi verso i Tre Pizzi salendo sempre sul sentiero 217 sgombro di neve sino a giungere, ma qui pesto un bel po’ di neve, alla Baita dei Tre Pizzi (2116 m) e al vicino Laghetto di Pietra Quadra, che comincia il disgelo.

La neve in alcuni punti è ancora alta e mi sposto anche con alcuni divertenti affondi.

Il cielo si rannuvola verso mezzogiorno, ma decido comunque di andare al Bivacco dei Tre Pizzi (2050 m) che da tempo non vedo.

Pestando neve, raggiunta la forcella soprastante, scendo il sentiero segnalato a rivedere il Bivacco, appollaiato su dirupi.

Mi attardo a fotografare, ma poi, essendosi il cielo ben rannuvolato, risalito alla forcella, scendo al Monte Campo, dove, diradatesi un po’ le nuvole, mi attardo attorno alla Baita di Campo (1878 m), dove ho scoperto altre belle distese di crocus.

Quindi scendo alla Conca di Mezzeno rifacendo a ritroso il percorso di salita sul sentiero 217, contento di essermi goduto lo spettacolo di distese di crocus al Monte Campo, di aver pestato anche con affondi l’ultima neve al Laghetto di Pietra Quadra e di aver rivisto dopo anni il Bivacco dei Tre Pizzi.