A long green trek: Bike & Hike in Valbrembana

1
1
1316

Oggi, visto che i programmi scialpinistici sono saltati, con Simon decidiamo di fare una lunga escursione ad impatto zero in Valle. Partenza da casa in bici e salita a San Pellegrino dove parcheggiamo nei pressi della Chiesa. Lasciate le bici ci incamminiamo verso il Monte Zucco che saliamo dalla direttissima ammirando le tantissime fioriture che allietano la fatica di questa ripida salita. Dalla vetta, breve pausa, e poi via in direzione Pizzo Cerro. Da qui proseguiamo al Castel Regina, quindi Foldone, Perondanì, Sornadello e poi, finalmente, Pizzo Grande. Dopo circa 5 ore di cammino ci fermiamo per una pausa un po’ più lunga e per il pranzo mentre nel cielo squarci ci azzurro si allargano sempre più ed una arietta fresca ci asciuga il sudore. L’escrursione però non è finata, infatti da qui prendiamo il sentiero che ci porta al Monte Molinasco (salendo abbiamo tenuto le creste) che raggiungiamo in breve. Poi giù verso Ca’ Bofelli, spendido piccolo borgo, e quindi ci dirigiamo ad Alino. Da questa contrada seguiamo un sentiero che ci porta verso il torrente Boione dove, alle sorgenti, non possiamo che rinfrescarci abbondantemente. Proseguiamo per mulattiere e sentieri raggiungendo le nostre biciclette. Un’altra breve pausa ed è tempo di rimettersi in sella verso casa, non prima però, di una bella pausa birretta al Maivisto che proprio oggi ha riaperto.

Una lunga cavalcata (40Km in bici, 26Km a piedi con 2200m di dislivello) tra la natura selvaggia, abbiamo incontrato pochissime persone e solo nel tratto Zucco-Cerro, ed a emissioni zero. Uniche note negative la ciclabile da Villa a Zogno ancora chiusa e la presenza massiccia di zecche. Obbligatori pantaloni lunghi chiari e continui controlli! 

Commenti

mariolu sonzogni 6 mesi

un bel giro ... ma preferisco farlo d'inverno.... anche noi siam tornati dal Sornadello con il cane pieno di zecche il mese scorso!!